RICERCA

Regimi fascisti nel mondo

I regimi fascisti nel 20 ° secolo hanno portato molti mali esofferenza all'umanità. Furono loro a scatenare la più grande guerra nella storia dell'umanità - la Seconda Guerra Mondiale. Questo concetto è applicabile solo per un paese - l'Italia. Il regime fascista in Germania è chiamato "nazismo". Tuttavia, questo non cambia l'essenza. Nella storia, questi concetti sono diventati equivalenti, sono diventati sinonimo di disumanità, crudeltà, guerra e terrore. Successivamente, discuteremo queste due modalità nell'articolo. Risponderemo anche alla domanda su cosa il regime fascista stabilito in Italia fosse diverso dal tedesco.

Il concetto di

regimi fascisti

Il termine "fascismo" di origine italiana. In translation significa "bundle", "bundle", "union". Questa è la tendenza politica sorto nei paesi capitalisti nell'era della crisi generale del sistema. Disoccupazione di massa, povertà, fame: tutto ciò ha dato un aspetto diverso all'attuale sistema politico.

prova

Regime fascista in Italia

I regimi fascisti sono caratterizzati dalle seguenti caratteristiche:

  • Forme estreme di violenza per combattere il dissenso.
  • Controllo totale su tutte le sfere della vita pubblica: cultura, arte, media, educazione, educazione, ecc.
  • Natura militarista La politica estera del regime fascista mira a rendere schiavi nuovi territori con l'obiettivo del loro sfruttamento disumano.

ideologia

riforma del regime fascista

I regimi fascisti sono contrassegnati da una pronunciata ideologia basata su:

  • Le armi della demagogia. Gli oratori fascisti appaiono, di regola, a voce alta, senza termini e concetti complessi. I loro discorsi sono comprensibili anche per i cittadini non istruiti che iniziano a "capire" le fonti di tutti i problemi dello stato, credono il leader, a seguirlo nel brillante futuro.
  • Leaderismo. L'intero sistema è unito attorno a un leader, senza il quale non funziona.

Regime fascista di Mussolini

regime fascista in Germania

Lo sviluppo del regime totalitario in Italia è associato achiamato B. Mussolini. Per la prima volta, le organizzazioni fasciste in questo paese cominciarono ad apparire nel marzo del 1919. Si chiamavano "Combat Unions" ("Faschi di Combattimento"). La maggior parte dei loro membri partecipa alla guerra mondiale. Si trattava di persone con opinioni sciovinistiche estremamente nazionalistiche. Questa organizzazione era guidata dall'abile oratore B. Mussolini.

Totalitarismo con slogan democratici

regime fascista mussolini

Un fatto notevole è che molte parti eLe forze politiche, che, essendo giunte al potere, creano regimi autoritari e totalitari, usano gli slogan più liberali e democratici. Così è stato con il partito B. Mussolini. Per ottenere il sostegno delle masse, ha promesso un vero paradiso sulla terra:

  • L'abolizione del Senato, la polizia, i privilegi e i titoli.
  • Suffragio universale
  • Diritti civili e libertà.
  • Scala progressiva delle tasse, loro abolizione per i poveri.
  • Giornata lavorativa di otto ore.
  • Assegnazione di terreni a contadini con diritto di proprietà.
  • Disarmo generale, abbandono della corsa agli armamenti, guerra.
  • Indipendenza dei media, della magistratura, ecc.

Mussolini ha promesso ai cittadini tutto quello che potevano solo sognare. Uno vorrebbe ricordare lo slogan dei comunisti "Piante per i lavoratori, terra per i contadini".

L'avvento al potere dei fascisti in Italia

 politiche fasciste

Il regime fascista in Italia cominciò a prendere forma con1921. Fu allora che il movimento dell'Unione iniziò una lotta aperta per il potere. A questo punto, il sostegno tra la popolazione è stato travolgente. Propaganda con manifesti chiaramente falsi, aperta demagogia delle promesse che nessuno avrebbe realizzato, ha fatto il loro lavoro.

Mussolini non nascose il fatto che avrebbe ottenuto il potere ad ogni costo. Come ha affermato in una delle dichiarazioni: "Ora la questione del potere sta diventando una questione di forza".

28 ottobre 1922 colonne armate in nerole camicie hanno fatto un "viaggio a Roma". Il re Vittorio Emanuele accettò di nominare il primo ministro di Mussolini. Il governo non ha deciso una lotta armata contro il fascismo. Già il 30 ottobre una marcia trionfale avveniva nei quartieri degli operai di Roma. Il nuovo regime ha dimostrato che nessuno avrebbe perso tempo. Questa processione era accompagnata da pogrom e scontri con socialisti insoddisfatti.

"Mantenere le promesse"

politica estera del regime fascista

La politica dei regimi fascisti è sempre basata sudemagogia e promesse. Abbiamo elencato sopra gli slogan che l'oratore italiano aveva salutato prima di assumere la carica di primo ministro. Dopo la nomina di un duce (leader), iniziò a "portare a termine" il suo programma e iniziarono le riforme del regime fascista:

  • L'istituzione di un rigoroso controllo statale in tutte le sfere della società, compresa l'economia. Fu creato un sistema di corporazioni, che comprendeva solo la propria gente sottoposta a test dal partito fascista.
  • Istituzione del culto del leader (duce). Tutta l'ideologia e il sistema politico furono trasformati sotto il controllo di Mussolini.
  • Il dittatore ha dimenticato di essere mai stato ateo. Ha concluso un accordo con il Vaticano, lo ha sostenuto economicamente. Per questo, papa Pio XI riconobbe Mussolini "inviato dal cielo".
  • Lo stato iniziò a militarizzare attivamente. La promessa di disarmare l'esercito non solo non è stata soddisfatta, ma, al contrario, è stata infranta.

La cosa comune tra Italia e Germania era che entrambi i regimi facevano affidamento sul potere di un tempo impero romano.

rispetto al regime fascista stabilito in Italia
Mussolini si considerava il successore dei Cesari. Ha visto la sua missione sulla terra nel ripristinare i confini del vasto impero romano. Tuttavia, non poteva impadronirsi delle terre europee. Pertanto, poiché il primo paese scelse "Cartagine" - la Libia più povera con il primitivo armamento feudale. Tutti abbinati:

  • Il paese africano faceva parte dell'Impero Romano in tempi antichi.
  • La Libia non aveva potenti armi. Qui era possibile praticare azioni offensive.
  • La piccola vittoria ha dato privilegi politici.

Fortunatamente, i geologi italiani non hanno trovato in questoil paese del petrolio, così Hitler ha dovuto tentare piuttosto di trovarlo e produrre in Europa. Non ha mai raggiunto i ricchi giacimenti di Baku in Russia. Fu fermato a Stalingrado. Non è noto come la storia si sarebbe svolta se i geologi in Africa non avessero calcolato male, poiché la Libia è il paese più ricco in termini di riserve di "oro nero".

Regime nazista (fascista) in Germania: le cause di origine

In Germania, il movimento dei movimenti socialisti nazionali ha avuto luogo contemporaneamente a quello italiano. Il loro aspetto, insieme alle repubbliche sovietiche, aveva i seguenti prerequisiti:

  • I tedeschi non si sentirono sconfitti nel Primoguerra mondiale. Le loro unità di combattimento si trovavano a pochi chilometri da Parigi. Se non fosse stato per la rinuncia dell'imperatore tedesco, allora la Germania, molto probabilmente, sarebbe stata la vincitrice in questa guerra.
  • Dopo la sconfitta, gli Alleati assediarono i tedeschi con talirisarcimenti, che per la prima volta in questo paese sono apparsi la fame, la disoccupazione, la povertà e la crisi economica con iperinflazione. Questo ha creato un senso di ingiustizia, amarezza. I tedeschi pensavano di essere stati ingannati. Hanno firmato il mondo e hanno ricevuto lo status di colonia di Inghilterra e Francia.

Partito operaio socialista nazionale (NSDAP)

regimi fascisti

Queste ragioni sono usate dall'ex caporaleAdolf Hitler, che aveva combattuto una croce di ferro nelle battaglie, il più alto riconoscimento di un soldato. Divenne il fondatore del Partito operaio socialista nazionale. Il suo programma nel 1920 includeva la lotta contro il "capitalismo sbagliato":

  • Ritiro di reddito non guadagnato, ad es. rifiuto dell'usura. Questa sfera era impegnata esclusivamente negli ebrei.
  • Nazionalizzazione di grandi imprese strategiche.
  • Il trasferimento di grandi magazzini a piccoli commercianti tedeschi.
  • Riforma agraria, divieto di speculazione.

Le ragioni del successo del NSDAP

La festa di Hitler andò al potere lentamente, vicinolotta politica nelle elezioni. Con ogni nuovo voto, i nazionalsocialisti guadagnarono sempre più diritti, finché finalmente Adolf Hitler fu riconosciuto cancelliere. C'erano diverse ragioni per il successo:

  • Attiva propaganda politica. Le idee del Fuhrer, come il duce, si distinguevano per primitività, populismo e fede in un futuro luminoso.
  • Metodi di alimentazione Unità paramilitari appositamente create di "distaccamenti d'assalto" (SA) in forma marrone hanno attaccato avversari politici, hanno distrutto case tipografiche, bancarelle di giornali. Una volta ci fu anche un tentativo di colpo di stato militare, il cosiddetto colpo di birra. Tuttavia, a differenza dell'Italia, le autorità tedesche hanno osato utilizzare le armi per sopprimere.
  • Supporto finanziario Hitler è stato sostenuto da ampi circoli bancari dagli Stati Uniti. Gli storici sottolineano che gli impiegati del partito nazista ricevevano gli stipendi in dollari, poiché i marchi tedeschi erano fortemente ammortizzati. Era molto prestigioso lavorare per Hitler, quasi tutti i lavoratori volevano raggiungerlo.

Neofascismo: il problema del nostro tempo

Sfortunatamente, i regimi fascisti non hanno imparato nulla.il genere umano. Fasi costanti del neofascismo divampano in un determinato paese. Nella stessa Germania, dopo la seconda guerra mondiale, appaiono nuove organizzazioni neofasciste. In alcuni paesi, tali forze hanno addirittura preso il potere. Ad esempio, questo è accaduto in Grecia nel 1967 e anche in Cile nel 1973.

Oggi i problemi del fascismo e del nazionalismo sono i piùrilevante. Il massiccio afflusso di migranti in Europa, il loro comportamento inospitale, il rifiuto di adottare leggi e gli statuti dei proprietari generano malcontento. Questo è usato dalle forze politiche di destra. Uno di questi è il partito Alternative for Germany, che sta guadagnando voti nelle elezioni locali.

  • valutazione: