RICERCA

Bandiera di Parigi (foto)

Parigi non è solo la capitale francese, ma anchel'incarnazione dell'amore tra le coppie. Parigi - è una delle città più antiche d'Europa, la cui menzione è datata 212 aC e. Ma fu durante il regno del re Philippe Curve (Filippo II Augusto) della dinastia dei Capetingi che Parigi divenne una fiorente città con fortificazioni e la famosa fortezza - il Louvre.

La storia della nascita di Parigi

come appare la bandiera di Parigi?

Nell'undicesimo secolo, Parigi divenne una laica, politica,centro culturale, scientifico ed educativo dell'Europa. Questa città si trova sul fiume Senna ed è stato qui che le tendenze della moda si sono sviluppate e hanno creato un tono alla moda per tutti i paesi europei e persino per il mondo.

Storia della bandiera di Parigi

la bandiera di Parigi

Parigi ha la sua bandiera, che è natagrazie alla Rivoluzione francese (giugno 1789 - novembre 1799 gg.). Camille Desmoulins ha chiesto la mobilitazione generale, avendo precedentemente attaccato una foglia verde al suo cappello, che ha sollevato da terra nei giardini del Palazzo Reale. Ma il colore verde fu presto sostituito da blu e rosso. L'antipatia per il colore verde è spiegata dall'estrema impopolare in Francia di Charles X (grafico Artois), il cui colore generico era verde. Dopo che la Bastiglia fu presa, le coccarde blu e rosse divennero la gamma di colori della guardia municipale.

Come appare la bandiera di Parigi? Come accennato in precedenza, ha la forma ideale di un quadrato, realizzato in una combinazione di colori blu-rosso. La metà blu della tela è completamente rossa. Il colore blu simboleggia la verità e la lealtà, e il rosso è coraggio e forza. La bandiera di Parigi non è cambiata più.

Storia dello stemma di Parigi

Non c'è solo la bandiera di Parigi, ma anche lo stemma.Nel 1358, fu approvato da Carlo V. Si può vedere una nave che è un simbolo dell'isola di Cité sulla Senna, situata nel centro della città. Questo è da un lato, e d'altra parte questa nave è un simbolo del libero scambio e delle relazioni commerciali. I gigli d'oro raffigurati nella parte superiore dello stemma sono l'antico emblema della dinastia dei Capetingi.

bandiera e stemma di Parigi

Molti potrebbero chiedere: "Che cosa ha a che fare Parigi con il mare?" Fu attraverso Parigi che due strade commerciali passarono da est a ovest e da nord a sud. Attraverso il fiume Senna si apriva la strada per l'Atlantico, e la traversata era controllata da una corporazione di battellieri appositamente creata. L'esistenza di questa corporazione portò la parte del leone delle entrate al tesoro di Parigi.

Per quanto riguarda la prima menzione dello stemma della città,datano dall'anno 1190. Fu in quel momento che il re Filippo Augusto stava progettando la città futura. Ma dopo la rivoluzione francese furono aboliti tutti i titoli di nobili, emblemi ed emblemi (decreto del 20 giugno 1987). Il comune della città, che divenne operativo dopo la fine della rivoluzione, adempì tutti gli ordini e le istruzioni del governo. Così anche la bandiera di Parigi fu abolita.

Lo stemma di Parigi fu restaurato dall'imperatoreNapoleone I (Decreto del 29.01.1811). Luigi XVIII (conte di Lilla), che salì al potere dopo la morte di Napoleone I, approvò finalmente la bandiera e lo stemma di Parigi.

Veduta dello stemma di Parigi

Al momento, l'emblema di Parigi èscudo araldico - su una tela rossa la nave ondeggia sulle onde. I gigli non erano solo un simbolo della dinastia francese al potere. Divennero un simbolo del potere dei monarchi di Francia. Ora il giglio può essere visto su tutti gli attributi dell'autorità reale. La corona d'oro, realizzata nell'immagine delle mura della città, è uno degli elementi chiave dei simboli araldici. Lo stemma raffigura una corona di alloro e di quercia, dove l'alloro è un simbolo di gloria, e la quercia è una dignità. La croce militare e la legione d'onore sono attaccati al nastro.

Il motto, che è scritto sullo stemma, è tradotto daLingua latina come "Galleggia, ma non affonda" (Fluctuat nec mergitur). Questa iscrizione apparve nel 16 ° secolo, ma fu ufficialmente approvata il 24 novembre 1836 dal barone Osman e dal prefetto della Senna.

  • valutazione: