RICERCA

Principi della pubblica amministrazione nel sistema di regolazione economica

Nel processo della vita, le persone interagiscono in tuttoambiti della società: economiche, politiche, sociali, socio-culturale. Ma il nucleo spina dorsale di tutte queste interazioni è la sfera dell'economia, l'attività economica. Nel corso di questo lavoro e nei rapporti connessi con la produzione, lo scambio e il consumo dei suoi risultati - diversi prodotti - la maggior parte della gente non sa e non pensano bisogni degli altri, il loro tenore di vita, i salari, ecc, e di agire secondo i loro interessi e ha bisogno.

Ma che queste azioni individuali e di gruppoe le relazioni non creavano il caos sociale, ma erano regolate in un certo modo: un certo sistema di norme legali e morali, tasse, sostegno sociale della popolazione, modi di educazione e crescita delle giovani generazioni, standard e comportamenti della gente comune sono creati e funzionanti nella società. Tutta la varietà di azioni di queste norme, regole, modelli di comportamento costituiscono i principi di base della pubblica amministrazione ed è regolata dal sistema di governance esistente in cui lo stato svolge un ruolo decisivo.

Il concetto e i principi del governo nella società moderna distinguono due tipi principali di ruolo normativo dello stato:

1) regolamentazione economica, che prevedel'impatto su prezzi, termini di ingresso o livello di servizio in un particolare settore (ad esempio, servizi di telecomunicazione, fornitura di gas e acqua);

2) regolazione sociale finalizzata al'indebolimento degli effetti esterni derivanti dalle attività delle singole imprese (ad esempio, l'inquinamento idrico e atmosferico o la creazione di condizioni che minacciano la salute e la sicurezza dei lavoratori e dei consumatori).

Specificando questa conclusione, gli scienziati sostengonoche i governi possono stimolare lo sviluppo economico affermando diritti reali di proprietà e monitorandone l'osservanza, nonché attraverso i principi del governo nel campo del commercio

Tuttavia, gli economisti, soprattutto nel XX secolo.Molti altri modi sono stati trovati che i governi possono promuovere lo sviluppo economico. Tutti loro sono legati ai fallimenti del mercato nell'economia capitalista. Hanno dimostrato che un'economia di mercato è efficace quando i diritti di proprietà sono chiaramente stabiliti e protetti, quando la concorrenza è rigorosa e le informazioni sono facilmente disponibili. Tuttavia, in assenza di una o più di queste condizioni, i meccanismi di mercato potrebbero fallire e l'offerta non corrisponderà più alla domanda. È allora che i principi di governo entrano in vigore.

Nel sistema di governo stanzia i principi socio-legali e organizzativi.

I primi sono quelli con generale socialecarattere. Sono applicati indipendentemente dal livello del corpo che svolge attività di gestione. Il loro ruolo è dovuto al fatto che determinano le regole sociali del governo. I principi generali sono: legalità e disciplina, obiettività, efficienza, concretezza, una combinazione di centralizzazione e autogoverno.

Nel contesto della trasformazione sistemica delle societàil tipo transitorio di stato regolatorio nel periodo di dispiegamento dei processi di mercato aumenta drammaticamente. L'esperienza dello sviluppo mondiale ci convince che le priorità normative rimangono con lo stato non solo nello sviluppo dell'industria su larga scala, ma anche nella pianificazione dei principali indicatori dello sviluppo economico. Sulla base dell'utilizzo di questo, così come della propria esperienza, lo stato, attraverso le sue strutture di potere più elevate, sviluppa programmi per lo sviluppo a lungo termine ea breve termine, pianifica gli indicatori di base delle dinamiche dell'economia e della sfera sociale. Attua inoltre i principi dell'amministrazione statale e la regolamentazione mirata del processo di privatizzazione della proprietà e la privatizzazione delle imprese.

Inoltre, le agenzie governative svolgonoregolamentazione antitrust che consente di implementare il controllo sui prezzi. L'autorità degli organismi statali comprende lo sviluppo e l'attuazione della politica fiscale.

Implementare il potere reale non solo inpolitico, ma anche in ambito economico, lo stato adegua l'investimento dei fondi di bilancio nella formazione di una struttura capace di competere dell'economia nazionale, alla ricerca di finanziamenti prioritari per i più importanti programmi e attività sociali.

  • valutazione: