RICERCA

Posso restituire la merce senza un assegno e ottenere indietro i miei soldi?

Molti di noi almeno una volta nella vita si sono rivelatiuna situazione così spiacevole quando la cosa acquisita non andava bene. Le ragioni di ciò potrebbero essere diverse, e di seguito cercheremo di considerarle al fine di delineare gli algoritmi di azioni in ciascuno dei casi. Molto spesso, quando si acquistano prodotti o articoli di bassa qualità in un supermercato o in un grande negozio con un registratore di cassa, non sembra essere un grosso problema restituirli: si prenda un assegno, un acquisto difettoso, si rechi al negozio e comunichi al venditore il difetto che hai visto, richiesto o scambiato per un equivalente di qualità, o restituire il denaro. Ma cosa succede se hai acquistato il prodotto e non hai preso l'assegno o l'hai perso? Infatti, nei mercati la maggior parte di ciò che viene venduto, generalmente rilasciato senza controlli. Pertanto, a volte l'acquirente riceve la domanda: è possibile restituire la merce senza ricevuta? La risposta è semplice: puoi, se mostri la massima perseveranza, la pazienza, pur rimanendo educato ed equilibrato.

La legge si trova sul lato dei consumatori, ma in modo ragionevolei limiti. Per lo yogurt scaduto, acquistato al mercato, è improbabile che tu restituisca il denaro, ma nel caso di una spesa più seria, puoi farlo. Quindi, considera il caso in cui l'acquirente ha trascurato e ha acquistato un prodotto di bassa qualità o contraffatto. Le scarpe del tallone sono cadute il primo giorno? Ho comprato un vestito italiano con un attento controllo per avere un tag che indica l'origine cinese? L'elettrodomestico ha smesso di funzionare quando è stato acceso per la prima volta? Cosa fare in tali circostanze ed è possibile restituire la merce senza un assegno? Si scopre che puoi.

Prima di tutto, ricorda la legge che proteggediritti dei consumatori - specifica chiaramente il diritto dell'acquirente a restituire un acquisto di scarsa qualità. Certo, è sciocco pensare che il venditore ti incontrerà e ti darà volentieri i tuoi soldi. Molto probabilmente, farà finta di vederti per la prima volta, e tu hai acquistato una cosa di bassa qualità o un falso non da lui. Ma un acquisto costoso non è un vasetto di yogurt. Gli elettrodomestici dovrebbero avere una scheda di garanzia, vestiti, scarpe e articoli simili possono avere una ricevuta, un tag di questo negozio, un imballaggio speciale di marca. Se non ci sono controlli, ma stai facendo shopping in compagnia di amici, chiedi loro di venire e confermare che questo è il negozio dove hai fatto shopping e, in particolare, hai fatto questo acquisto.

Se il venditore continua a ristagnare, sentiti libero di farlochiama il direttore e minaccia di lamentarsi per una società speciale che protegge i diritti dei consumatori (ma prima di andarci, prendi un rifiuto scritto dal negozio per scambiare i beni acquistati o restituire i soldi). È necessario scrivere nel nome del gestore del negozio una dichiarazione sul rimborso del denaro speso, in cui si indica il motivo del reso, e il caso del venditore in questo caso è di redigere un atto affinché il servizio fiscale restituisca la merce. Ma se il venditore si rifiuta di redigere un atto del genere, è possibile restituire la merce senza ricevuta? I tribunali, di regola, decidono tali casi a favore dei compratori interessati, ma poi decidi tu - se l'importo speso vale tanto quanto una causa.

Supponiamo che il venditore sia d'accordo sul fatto che una cosa oil prodotto che hai acquistato da lui, ma sostiene che hai rovinato l'acquisto da un uso improprio (pratica abbastanza comune nel caso di elettrodomestici). È possibile restituire la merce senza assegno in questa situazione? Insisti all'esame, e a spese del negozio, e cerca di partecipare con testimoni. Se l'esame rivela che l'oggetto acquistato è risultato difettoso, il negozio deve restituire l'importo pagato entro una settimana o sostituirlo.

Considerare ora il seguente caso: Hai comprato vestiti per un'altra persona, e lei non era della sua taglia. Posso scambiare merci senza un assegno? Sì, se nell'arsenale del negozio sarà questa la dimensione giusta. Altrimenti, puoi insistere per restituire l'acquisto e recuperare i soldi spesi.

E l'ultimo caso: Hai comprato qualcosa per un'altra persona, ma semplicemente non gli piaceva. È possibile consegnare la merce senza assegno solo su questa base? Naturalmente, tuttavia, dovrebbe essere garantito che non siano trascorse più di due settimane dall'acquisto. Una cosa non deve essere usata o indossata almeno una volta. Si consiglia di restituire il prodotto nello stesso pacchetto in cui è stato acquistato. E, naturalmente, la cosa principale in questa situazione è dimostrare che dal momento in cui l'hai acquistato, il periodo di due settimane non è terminato.

  • valutazione: