RICERCA

L'accordo di pace nel processo civile è uno strumento importante per la risoluzione di ogni conflitto

Nel codice di procedura civile della Russia inL'articolo 34 prevede un concetto come un accordo transattivo. L'essenza di questo è di raggiungere un accordo rigorosamente definito tra le parti in conflitto (l'attore e il convenuto).

L'accordo transattivo in procedimenti civili puòper concludere in qualsiasi fase del procedimento, ma solo fino all'annuncio della decisione del tribunale. Inoltre, il rifiuto del ricorrente del suo credito e la successiva firma di un accordo tra le due parti è possibile sia nella commissione di ricorso sia nei procedimenti giudiziari.

La cosa principale è che il conflitto era esaurito eentrambe le parti erano pronte a negoziare per una decisione congiunta che soddisferà tutti. Se la corte ha annunciato la sua decisione, l'accordo transattivo non sarà preso in considerazione.

In pratica, l'accordo transattivo in civileIl processo può essere presentato al tribunale come un unico documento firmato da entrambe le parti, così come con l'aiuto di dichiarazioni separate della querelante e dell'imputato. Queste dichiarazioni sono fatte per il record del tribunale e presentate al caso. Il presidente della sessione del tribunale prima dell'approvazione di questo accordo porta alle parti le conseguenze della sua firma. Inoltre, l'accordo transattivo in procedimenti civili, un campione del quale contiene le informazioni stabilite, è sottoposto all'esame del tribunale. Cosa è indicato in questo documento?

Campione di un insediamento civileIl processo contiene necessariamente informazioni sulla volontarietà della firma, l'essenza del conflitto, il motivo per cui le parti in conflitto sono pronte a concludere un accordo reciprocamente vantaggioso, comprese tutte le possibili concessioni che ciascuna delle parti è disposta a compiere nei confronti dell'altro, dividendo tutti i costi e le spese ricevute ugualmente o in proporzione.

È molto importante che l'accordo transattivo, soloapprovato dal tribunale, fatto salvo il rispetto rigoroso di entrambe le parti. Se lo si viola, le condizioni specificate in esso verranno applicate. L'accordo transattivo nei procedimenti civili può essere approvato dal tribunale e concluso solotra le parti in conflitto, se non contraddice la legge e non viola i diritti di altre (terze) persone che dichiarano rivendicazioni indipendenti separate su una questione controversa. In caso di rifiuto di approvare il presente accordo, il tribunale emette la propria decisione in merito al rifiuto, pur indicando le ragioni di tale decisione, e quindi rivede il caso nel merito.

Nel caso di approvazione di questo accordo non lo èè permesso di ri-applicare alla corte tra le stesse parti e per gli stessi motivi. Ma, nonostante l'importanza giuridica di concludere un accordo reciproco tra le parti e le sue possibilità, non sempre conduce alla fine dei procedimenti giudiziari.

Va anche notato che l'accordo transattivopuò essere presa dalle parti in conflitto e nel corso dell'esecuzione della decisione giudiziaria, quando il ricorrente ha già un atto giudiziario nelle sue mani, sulla base del quale viene emesso il decreto di esecuzione. L'essenza dell'accordo di transazione in questa fase è l'esecuzione volontaria di un ordine del tribunale senza coercizione da parte dello stato.

Come strumento per risolvere qualsiasi conflittol'accordo transattivo serve e aiuta a sviluppare ulteriormente la relazione tra le due parti. E, cosa più importante, questo accordo è un'espressione della volontà propria delle parti e della loro iniziativa bilaterale. Allo stesso tempo, le parti stesse determinano le condizioni per risolvere questo conflitto e le dimensioni della possibile assegnazione dei requisiti.

Le parti stesse determinano i termini del permessoquesto conflitto e la dimensione delle possibili concessioni sui requisiti. Pertanto, come per le altre spese, le spese processuali vengono rimborsate negli importi stipulati dal contratto. Se questo non è previsto nell'accordo, questi costi sono distribuiti secondo le regole generalmente accettate per i procedimenti civili.

  • valutazione: