RICERCA

Art. 124 e art. 125 del codice di procedura penale. Risoluzione nel modo dell'arte. 125 del codice di procedura penale

La legislazione interna forniscepossibilità per le persone di appellarsi contro le decisioni prese nel quadro di un procedimento penale. I soggetti di legge possono essere i partecipanti al processo e i cittadini i cui interessi riguardano gli atti emessi.

Articolo 125 UPK RF

Caratteristiche della considerazione delle richieste

Sono impostati dall'arte. 124, 125 Codice di procedura penale. Questi articoli prevedono azioni / omissioni impegnative e decisioni:

  1. Inquirer.
  2. L'investigatore.
  3. Il corpo dell'indagine.
  4. Il pubblico ministero
  5. Il capo del dipartimento investigativo.
  6. Capo degli investigatori dell'unità.
  7. Del tribunale

Art. 124, 125 Codice di procedura penale si applicano a:

  1. Violazioni di limiti di tempo ragionevoli nei procedimenti cautelari in un procedimento penale.
  2. Decisioni, inazione / azione dei funzionari,rifiuto di avviare, interrompere i procedimenti, ovvero procedure che incidono sugli interessi dei partecipanti e di altre persone, causando danni alle loro libertà e ai loro diritti, creando ostacoli alla giustizia.
    denuncia dell'articolo 125 del codice RF

Esame delle domande da parte del capo dell'organo investigativo, il pubblico ministero

L'ordine in cui viene eseguitorichieste di procedimenti da parte di questi funzionari, è stabilito nell'art. 124 codice di procedura penale. Il capo dell'organo investigativo, il pubblico ministero deve prendere in considerazione la domanda entro tre giorni dalla data della sua accettazione. In alcuni casi, se è necessario richiedere determinati materiali o adottare altre misure, il periodo del procedimento può essere esteso a 10 giorni. Questo deve essere comunicato al richiedente. A seguito del corrispettivo, il funzionario emette una decisione in merito alla soddisfazione parziale o totale del reclamo o al rifiuto di farlo.

commento

Nel soddisfare un reclamo redatto ediretto in ordine, previsto dall'articolo 2, art. 123 del CPC, la decisione dovrebbe contenere indicazioni sulle azioni procedurali che devono essere eseguite al fine di accelerare l'esame dei materiali del caso. Inoltre, fissa le scadenze per la loro attuazione. La disposizione dell'articolo 124, parte 3, di interpretazione costituzionale e legale non consente il rifiuto del pubblico ministero, del richiedente, del giudice, dell'investigatore di indagare e valutare le ragioni fornite nella domanda in esame (petizione). Allo stesso tempo, al momento di prendere la decisione pertinente, questi funzionari sono obbligati a motivarlo, indicando in modo concreto e sufficiente, secondo il principio di ragionevolezza, i motivi in ​​base ai quali la motivazione è stata respinta o accettata. Il richiedente deve essere informato immediatamente dell'atto approvato e della procedura per il suo successivo ricorso. Nei casi previsti dal codice, l'investigatore, l'inquirente può contestare le decisioni, le omissioni / azioni del capo dell'unità o il pubblico ministero a un funzionario superiore.

reclamo ai sensi dell'articolo 125 del codice RF

Reclamo secondo l'art. 125 Codice di procedura penale

È sottoposto alle decisioni sul rifiuto di avviare un procedimento, al termine del procedimento penale:

  1. Il capo del dipartimento / autorità investigativa.
  2. Inquirer.
  3. L'investigatore.

Sulle azioni / inazioni di natura diversa chepuò compromettere le libertà ei diritti dei cittadini interessati, può anche essere presentata una denuncia. Art. 125 del codice di procedura penale stabilisce che il reclamo deve essere inviato al tribunale distrettuale situato nel luogo dell'indagine preliminare. Il richiedente, il difensore, il legale rappresentante agisce come un soggetto di legge. Rivendicazione ai sensi dell'art. 125 del codice di procedura penale può essere inviato direttamente alla corte o attraverso il pubblico ministero, il capo dell'organismo investigativo, l'investigatore, l'inquirente.

Punto importante

Nel contestare le disposizioni dell'Art. 125 del codice di procedura penale consente al rappresentante della vittima di partecipare all'esame della domanda di inazione / azione o alla decisione del procuratore, investigatore, investigatore. Non importa se ha partecipato al caso prima o no. Il rappresentante deve avere l'autorità appropriata, confermata per iscritto.

Risoluzione dell'articolo 125 del codice RF

Compiti della Corte

La domanda presentata ai sensi dell'art. 125 del codice di procedura penale (un campione del documento è presentato nell'articolo) deve contenere una dichiarazione accurata e chiara delle circostanze con cui l'autore non è d'accordo. Il tribunale, a sua volta, sulla base delle argomentazioni di cui sopra, verifica la validità e la legalità delle decisioni, le inazioni / azioni dei funzionari. La norma stabilisce il periodo durante il quale viene esaminata la richiesta di risoluzione. In ordine d'arte. 125 del codice di procedura penale della Federazione Russa non è più di 5 giorni. Il calcolo dei giorni inizia dalla data di ricevimento della domanda.

Come è l'appello?

Art. 125 del codice di procedura penale stabilisce che l'esame di un sinistro è effettuato in seduta pubblica. Le eccezioni sono i casi previsti dall'articolo 241 del codice. L'udienza coinvolge il richiedente, il rappresentante legale / avvocato difensore, nonché altri cittadini i cui interessi sono stati influenzati dalla decisione impugnata o dalla condotta dei dipendenti di cui sopra. La mancata comparizione delle parti che sono state tempestivamente e adeguatamente informate circa l'orario e il luogo dell'incontro non costituirà un ostacolo all'esame del credito. All'inizio dell'udienza, il giudice annuncia quale dichiarazione sarà trattata, sembra che le persone che sono apparse, spieghi ai partecipanti le loro funzioni e i loro diritti. Successivamente, al richiedente viene concesso il diritto di motivare il suo reclamo. Cita gli argomenti rilevanti, presenta prove. Dopo il suo discorso, si sentono altre persone che appaiono all'incontro. Il richiedente ha il diritto di fare una stecca. Secondo l'art. 125 del codice di procedura penale, il tribunale prende una decisione in base ai risultati della considerazione del credito. Secondo lui:

  1. Un atto / omissione o un atto di un funzionario deve essere considerato irragionevole o illegale. In questo caso, ai sensi dell'art. 125 del codice di procedura penale, il tribunale obbliga il dipendente in questione a eliminare la violazione.
  2. Il reclamo verrà respinto.
    campione 125 upk RF st

Copie della decisione adottata nell'ordine dell'art. 125 del CPC, devono essere inviati al capo dell'organo investigativo, del pubblico ministero e del richiedente. L'accettazione del credito non è un motivo per la sospensione dell'azione contestata, così come l'esecuzione della decisione. Come eccezione e se necessario, il procedimento giudicato può essere sospeso da un giudice, un pubblico ministero, un investigatore, un investigatore, il capo dell'indagine / ente investigativo.

Modi per presentare le domande

Puoi presentare un reclamo:

  1. Personalmente, nell'ufficio dell'organo investigativo, l'ufficio dell'accusatore, il tribunale.
  2. Telegrafo / posta
  3. Attraverso l'investigatore.

La legge consente l'espressione di un reclamo nosolo per iscritto, ma anche per via orale. In quest'ultimo caso, deve essere registrato. Questo documento, oltre a un reclamo scritto, viene inviato entro 24 ore al capo dell'organismo investigativo o del pubblico ministero. Il reclamo deve essere firmato non solo dal richiedente, ma anche dal responsabile dell'inchiesta. Quando si invia un protocollo e un reclamo a persone superiori, quest'ultimo deve allegare le sue spiegazioni. È previsto un periodo di 10 giorni affinché il pubblico ministero consideri l'applicazione. Questo periodo è considerato il massimo. Non può essere esteso in nessun caso.

osservazione

Contenuto d'arte 125 del codice di procedura penale si basa su disposizioni costituzionali. In conformità con l'articolo 46 della Legge fondamentale, ogni cittadino ha la garanzia di tutela giurisdizionale delle sue libertà, interessi e diritti. Pertanto, le azioni illegali / l'inazione, le decisioni delle autorità statali, il governo municipale, le organizzazioni pubbliche, nonché i dipendenti del grado appropriato possono essere impugnati in tribunale. Le disposizioni di questo articolo si applicano solo a quelle circostanze che si sono verificati durante il procedimento preliminare. In particolare, stiamo parlando della fase di avvio della produzione, la conduzione di un'indagine preliminare. Non solo un cittadino può agire come un richiedente, ma anche una persona giuridica.

Risoluzione nell'ordine dell'articolo 125 del codice RF

Inoltre

Nei commenti all'art. 124 del codice di procedura penale afferma che:

  1. Il pubblico ministero deve eseguire il procedimento penale a nome dello stato. Allo stesso tempo, la sua autorità è di sorvegliare l'attuazione delle attività procedurali delle unità di indagine / indagine.
  2. Il pubblico ministero esamina e risolve i reclami relativi agli atti comportamentali dei funzionari coinvolti nella condotta del procedimento penale, in conformità con i requisiti stabiliti nella relativa legge federale e codice di procedura penale.
  3. La richiesta accettata viene esaminata entro tre giorni. Dopo questo periodo, il pubblico ministero deve prendere la decisione appropriata. Nella parte 6, l'art. 148 del Codice, il termine per l'esame di alcune domande per la decisione dello sperimentatore, l'indagatore circa il rifiuto di avviare un procedimento penale e l'adozione dell'atto rilevante è limitato a 48 ore.
  4. Se entro tre giorni per risolvere il reclamoimpossibile, il pubblico ministero ha il diritto di aumentarlo a 10 giorni. Tale situazione può verificarsi se i materiali ricevuti non sono sufficienti per prendere una decisione oggettiva. Quando si estende il tempo per l'esame di un reclamo, la persona che l'ha inviata deve essere informata di conseguenza.
  5. Il periodo durante il quale il reclamo è stato risolto è calcolato dalla data in cui è stato ricevuto dall'ufficio dell'accusatore fino al giorno in cui la risposta è stata inviata al richiedente.
  6. Se l'applicazione è considerata ragionevoleIl pubblico ministero dovrebbe prendere provvedimenti per eliminare le violazioni della legge. A questo proposito, nella sua decisione, possono essere presenti le istruzioni pertinenti al funzionario su attività e azioni specifiche da svolgere e il termine per farlo.
    impugnare l'articolo 125 del codice RF
  7. Un rifiuto parziale o totale di soddisfare il reclamo deve necessariamente avere una motivazione motivata, con riferimenti a legislazione, prove e altro materiale.
  8. La notifica della decisione al richiedente viene effettuata per iscritto.
  9. Quando soddisfa la denuncia, il pubblico ministero è tenuto a chiarire la possibilità di andare in tribunale o riabilitare per ripristinare i diritti violati.

La decisione del pubblico ministero può essere impugnata da un funzionario superiore.

  • valutazione: