RICERCA

Khandra è tristezza o apatia?

Il nostro umore è soggetto a cambiamenti costanti. Siamo influenzati dalle persone con le quali comunichiamo, dalle circostanze e da molti altri fattori. Gli alti e bassi si alternano. Esistono i cosiddetti ritmi biologici. Nel significato generale di una milza, questo è un umore ridotto. È necessario distinguere questo concetto dalla depressione, dalla malinconia, dalla tristezza e dal dolore. Proviamo a considerare le sfumature di queste emozioni.

Prima di tutto, vale la pena prestare attenzione alla durata della condizione e alle sue cause.

la malinconia è
Ad esempio, tristezza e tristezza, di norma,provocato dalle circostanze: perdita, separazione, morte di una persona cara. Ognuno ha una durata diversa, ma puoi determinare chiaramente quando è iniziato e notare quando una persona inizia a recuperare. Differiscono nell'intensità delle loro esperienze. A volte si ritiene che la milza sia uno stato subdepressivo. Cioè, non c'è una malattia clinicamente significativa, ma c'è una diminuzione prolungata di tono, umore, background emotivo, e questo può indicare che qualcosa con il benessere mentale non è in ordine. Gli inglesi chiamano questo stato una divisione.
Milza russa lo dominò un po '
I francesi e gli italiani sono malinconici. A proposito, le differenze nazionali nell'interpretazione delle emozioni sono estremamente interessanti. Ricorda le famose battute: "... la malinconia russa lo ha dominato un po '..."? Non a caso qui si usa un epiteto che rimanda alla mentalità nazionale.

Nella cultura giapponese c'è stata a lungo una nozione"mono-no avara". Di regola, è tradotto come "il triste fascino delle cose". In effetti, naturalmente, il sentimento in sé è inerente non solo ai giapponesi. Nella cultura e nella poesia russe, si incontra spesso l'espressione "sentimento doloroso, piacere". Ricorda, che emozioni provi quando guardi un bellissimo paesaggio, inalando il profumo di un prato appena tagliato, ascoltando la tua musica preferita? La sensazione che la bellezza sia transitoria, che l'unione completa con la natura, l'immersione nei suoni sia impossibile ... In parte questa emozione è simile alla nostalgia.

Un'altra cosa - brama e malinconia. Questa mancanza di capacità di divertirsi, divertirsi. Niente piace, ma piuttosto fastidioso. La gente si stanca, tutto sembra noioso e insipido, molto tempo fa compreso, sperimentato. Non c'è freschezza nei sentimenti. E, per esempio, la malinconia, che è affine ai concetti di "malinconia", "sconforto", è percepita da noi in modo diverso: è una specie di leggera tristezza, nostalgia del bello.

Nelle sfumature del significato, ci sono molte indicazioni importanti e sulle caratteristiche del carattere nazionale e sulle differenze di forza e intensità delle esperienze.

la malinconia è abbattuta
Naturalmente, tutte le persone hanno molto in comune, comunqueognuno di noi mette la sua percezione nella comprensione dello stato in questione. Gran parte del nostro background emotivo è dovuto al clima e ai fenomeni naturali. Ad esempio, per una persona russa, la milza è un declino stagionale dell'umore. Di solito è associato a giornate piovose, grigie e faticose, con cielo basso e disperazione.

Per gli inglesi, la milza è leggermente flemmaticauna condizione che è anche associata alle caratteristiche del clima: nebbie, alta umidità. E nel sud dell'Europa, ad esempio, l'impatto dei venti speciali sugli esseri umani è ampiamente noto. Fen e sirocco non riguardano solo animali, bambini e persone meteorodipendenti. Causano cambiamenti nella psiche, irritabilità, ansia, depressione. A causa di tali venti la condizione di pazienti peggiora.

Vale la pena rivolgersi alla poesia per capire megliopeculiarità dell'esperienza nazionale delle emozioni. Per esempio, per i poeti russi, la milza non è, piuttosto, tristezza e non tristezza, ma apatia. Come nel poema eponimo di N. Ogarev: "Ci sono giorni in cui l'anima è vuota". O a P. Vyazemsky: "Aspetto involontariamente qualcosa". Mi dispiace vagamente per qualcosa. " È incertezza e senso di noia, scontento irragionevole con la vita e con se stessi - la proprietà fondamentale della milza.

  • valutazione: