RICERCA

Il mondo di Parigi, le sue condizioni e risultati

Questa storia è vecchia, è stata più di un secolo e mezzo,Ma nomi e paesi geografici, la cui menzione è inevitabile nella presentazione della trama, causano alcune associazioni con il presente. Crimea, Turchia, Russia, Francia, Gran Bretagna - questi sono gli scenari per gli eventi drammatici che si sono sviluppati a metà del XIX secolo. Tutte le guerre si concludono in pace, anche le più lunghe e sanguinose. Un'altra domanda è quanto i suoi termini siano vantaggiosi per un paese e umilianti per gli altri. Il mondo di Parigi fu il risultato della guerra di Crimea, che fu combattuta contro la Russia dalle forze congiunte di Francia, Gran Bretagna e Turchia.

il mondo parigino

La situazione prebellica

A metà del secolo, l'Europa stava vivendo una situazione seriacrisi. I movimenti nazionali all'interno dell'Austria e della Prussia potrebbero portare alla disintegrazione di questi stati, al movimento dei confini e al crollo delle dinastie al potere. Per aiutare l'imperatore austriaco, lo zar russo Nicola I mandò un esercito che stabilì la situazione. Sembrava che per molto tempo il mondo sarebbe arrivato, ma si è rivelato altrimenti.

Movimenti rivoluzionari sorsero in Valacchia eDella Moldavia. Dopo aver inserito le truppe russe e turche in queste aree, un certo numero di controversie sui confini dei protettorati, i diritti delle comunità religiose e dei Luoghi Santi, che in ultima analisi, significava il conflitto riguardante le sfere di influenza dei poteri, adiacente al bacino del Mar Nero. In esso, oltre ai principali paesi direttamente interessati sono stati coinvolti e di altri paesi, che non vogliono perdere i suoi benefici geopolitiche - la Francia, la Gran Bretagna e la Prussia (dimenticando in fretta di gratitudine per la meravigliosa salvezza del loro monarca). La delegazione russa, guidata da Prince. Menshikov non ha mostrato il necessario grado della diplomazia, ha messo un ultimatum e non raggiungere il risultato, a sinistra Costantinopoli. All'inizio di giugno, vi fu un'invasione del quarantamilionesimo corpo russo nei principati del Danubio. In autunno, le flotte di Francia e Gran Bretagna condussero le loro navi da guerra attraverso i Dardanelli, fornendo alla Turchia un aiuto militare. 30 novembre squadrone sotto il comando di Ushakov ha lanciato un attacco preventivo sulle forze navali turche a Sinop, e le potenze occidentali hanno intervenuta direttamente nel conflitto, che è stata una sorpresa per Nicola I. Contrariamente alle aspettative, l'esercito turco era ben preparato. Nel 1854 iniziò la guerra di Crimea.

condizioni del mondo parigino

guerra

Per condurre una guerra di terra con la Russia occidentaleSembrava ai poteri un affare rischioso (la campagna di Napoleone era ancora fresca nella memoria), e il piano strategico era quello di colpire il posto più vulnerabile - in Crimea, sfruttando il vantaggio delle forze navali. L'infrastruttura di trasporto mal sviluppata che collega la penisola con le province centrali ha fatto il gioco della coalizione anglo-franco-turca, che ha reso difficile la fornitura di truppe e rinforzi. Evpatoria divenne il luogo di sbarco, poi un grave scontro ebbe luogo sul fiume Alma. Si è scoperto che le truppe russe non sono sufficientemente preparate per la guerra in termini di armamenti e in termini di addestramento. Dovettero ritirarsi a Sebastopoli, il cui assedio durò un anno. Nelle condizioni di una carenza di munizioni, cibo e altre risorse, il comando russo riuscì a organizzare la difesa della città, in breve tempo a costruire fortificazioni (non erano quasi mai a terra). Nel frattempo, le forze degli alleati occidentali soffrivano di malattie e attacchi audaci dei difensori di Sebastopoli. Come hanno notato in seguito i partecipanti ai colloqui, la firma della Pace di Parigi ha avuto luogo con l'invisibile partecipazione dell'ammiraglio Nakhimov, che è stato ucciso eroicamente durante la difesa della città.

L'anno mondiale di Parigi

Termini del mondo

In definitiva, la Russia nella guerra di Crimeaha subito una sconfitta militare. Nel 1855, durante la difesa di Sebastopoli, l'imperatore Nicola I morì e Alessandro II ereditò il trono. Era chiaro al nuovo autocrate che combattere, nonostante i brillanti successi nel teatro asiatico, si stava sviluppando in modo sfavorevole per la Russia. La morte di Kornilov e Nakhimov ha praticamente decapitato il comando, l'ulteriore conservazione della città è diventata problematica. Nel 1856, Sebastopoli fu occupata dalle truppe della coalizione occidentale. I leader di Gran Bretagna, Francia e Turchia hanno elaborato un accordo in quattro punti, che è stato adottato da Alessandro II. Il trattato stesso, soprannominato il "mondo parigino", fu firmato il 30 marzo 1856. Va notato che i paesi vittoriosi, stremati da una lunga campagna militare, molto costosi e sanguinari, si sono presi cura dell'accettabilità dei suoi punti per la Russia. Ciò è stato facilitato dalle azioni vittoriose del nostro esercito nel teatro asiatico, in particolare il riuscito assalto alla fortezza Kare. Le condizioni del mondo parigino influirono principalmente sulle relazioni con la Turchia, che furono prese per garantire i diritti della popolazione cristiana nel suo territorio, la neutralità dell'area dell'acqua del Mar Nero, la partenza a favore di duecento chilometri quadrati di territorio e l'inviolabilità dei suoi confini.

 firma del mondo di Parigi

Mar Nero pacifico

A prima vista, una richiesta giustala smilitarizzazione della costa del Mar Nero al fine di evitare ulteriori conflitti tra i paesi ha effettivamente contribuito a rafforzare la posizione della Turchia nella regione, dal momento che l'impero ottomano si riservava il diritto di avere flotte nel Mediterraneo e nel Mar di Marmara. Il mondo di Parigi includeva anche un allegato (convenzione) riguardante gli stretti attraverso i quali le navi da guerra straniere non potevano essere passate in tempo di pace.

firma del mondo di Parigi

Fine delle condizioni di pace a Parigi

Qualsiasi sconfitta militare porta a restrizioniopportunità del perdente Il mondo di Parigi cambiò a lungo gli equilibri di potere in Europa, formatisi dopo la firma dei trattati di Vienna (1815), e non a favore della Russia. La guerra nel suo complesso ha rivelato molti difetti e difetti nell'organizzazione dell'esercito e della costruzione navale, che ha spinto i dirigenti russi a intraprendere una serie di riforme. Dopo la successiva, questa volta vittoriosa, guerra russo-turca (1877-1878), tutte le restrizioni sulla sovranità e le perdite territoriali furono livellate. Così concluso il Paris Peace Act. L'anno 1878 fu la data della firma del trattato di Berlino, che ripristinò il predominio regionale della Russia sul Mar Nero.

  • valutazione: