RICERCA

L'era delle grandi scoperte geografiche

L'epoca delle grandi scoperte geografiche durò dalla metà del XV secolo alla metà del XVII secolo. La parte principale nelle spedizioni portò i navigatori spagnoli e portoghesi.

Le ragioni principali delle grandi scoperte geografiche sono la ricerca di nuove vie commerciali e lo sviluppo della navigazione.

Al momento, i collegamenti commerciali tra l'Oriente eL'Europa fu distrutta a causa dell'estesa dominazione turca. I turchi bloccarono la principale rotta commerciale attraverso la Siria e l'Asia Minore. Allo stesso tempo vennero costruite navi affidabili adattate alla navigazione in mare aperto, che contribuirono non solo alla ricerca di nuovi modi, ma anche alla scoperta e al sequestro di terre situate a sud dell'Europa.

Il principe Heinrich in quel momento era considerato il principalel'organizzatore dei viaggi portoghesi e ha contribuito allo sviluppo della flotta portoghese. Così ai suoi tempi fu organizzata la scuola nautica. Presso l'Istituto di ricerca geografica, i metodi e gli strumenti di navigazione sono stati migliorati. Il primo globo nel 1490 fu creato qui.

L'era delle grandi scoperte geografichesegnato dall'apertura della rotta marittima verso l'India. Nel 1497, la spedizione fu organizzata dal re del Portogallo, Manuel Felice. Ciò era dovuto al costo troppo elevato delle merci importate in Europa via terra. La spedizione portoghese, composta da tre navi, guidata da Vasco da Gama.

Andando nell'Oceano Atlantico abbastanza lontano luisul parallelo del punto di Cape Pinch rivolto a est. Successivamente, le navi si diressero a nord lungo la costa africana orientale fino al Mozambico. Nella città di Mambasa, i portoghesi entrarono per primi in contatto con la popolazione araba. Dopo questo, la spedizione Vasco da Gama attraversò l'Oceano Indiano e raggiunse il porto indiano meridionale di Calicut.

L'era delle grandi scoperte geografichesegnato anche da spedizioni spagnole. Dopo la scoperta del Nuovo Mondo nel XV secolo, la Spagna iniziò a mostrare interesse per gli stati orientali. Tuttavia, il re spagnolo, valutando la situazione, vede che la flotta portoghese chiude il percorso verso le coste africane, e la rotta delle carovane verso est è sotto il controllo dei mercanti arabi e turchi. Cristoforo Colombo propone al re di Spagna di spianare la strada occidentale verso l'India. Essendo un eccellente cartografo e condividendo l'opinione di molti dei suoi contemporanei che la Terra è una forma sferica, è un progetto del modo in direzione ovest attraverso l'Oceano Atlantico.

Quindi, l'era delle scoperte geografichesegnato dalle scoperte di Colombo. Le terre che ha trovato sono state colonizzate da coloni. Colonie spagnole hanno avuto origine sulla costa e sulle isole dell'America centrale.

Amerigo Vespucci ha contribuito allo storicoperiodo chiamato "L'epoca delle grandi scoperte geografiche". In diverse spedizioni commerciali tra il 1499 e il 1502, il navigatore chiamò Columbus "Asia" sconosciuto alla vasta nuova terra "Nuovo Mondo". Successivamente, questo territorio fu chiamato America. A sua volta, Amerigo Vespucci ha descritto la popolazione e la natura delle terre aperte.

Evento molto significativo nella storia delle scoperteè un tour mondiale di Fernand Magellan. Passando al servizio del re spagnolo, il navigatore suggerì di andare in giro per l'America dal sud e raggiungere così le coste dell'Asia.

La sua spedizione intorno al mondo iniziò nel 1519. Cinque navi navigarono nell'Oceano Atlantico e si diressero lungo le coste meridionali dell'America alla ricerca di uno stretto verso l'Oceano Pacifico ("Mare del Sud"). Lo stretto, in seguito chiamato Magellano, fu scoperto dopo una lunga ricerca e gravi perdite.

Dopo che Magellano si è avvicinato alle isole indonesiane, ha concluso (come riportato nel diario di bordo) che è tornato nel Vecchio Mondo, girando intorno alla Terra.

  • valutazione: