RICERCA

Divisione cellulare: una descrizione dei principali processi

La divisione cellulare è un processo naturale,che fornisce normale crescita, sviluppo e riproduzione del corpo. Ciò aumenta il numero di cellule, la crescita dei tessuti, la riproduzione sessuale e il trasferimento di materiale ereditario. I principali tipi di divisione cellulare sono la meiosi e la mitosi. Ognuno di questi processi ha alcune caratteristiche.

mitosi

La mitosi è la divisione delle cellule, in definitivadi cui due cellule figlie sono formate dalla cellula madre con un numero e un ordine identici di cromosomi. Tali processi si verificano costantemente con le cellule somatiche del corpo, fornendo crescita, sviluppo, rigenerazione di tessuti e organi.

Il ciclo di vita di una cellula può essere diviso ininterfase e mitosi. L'interfase è il cosiddetto stadio di calma, durante il quale avviene una sintesi attiva e l'accumulo di sostanze necessarie per la divisione cellulare. Più vicino all'inizio della mitosi, il numero di cromosomi raddoppia.

La mitosi è solitamente divisa in quattro fasi principali.

  • Prophase. Durante questo periodo, è possibile notare l'insorgenza della condensazione del cromosoma. Due cromosomi identici sono collegati da un singolo centromero. All'inizio della profase, il centriolo è diviso. Ora due centrioli della figlia cominciano a divergere lentamente verso i due lati opposti della cellula. Allo stesso tempo, rimangono legati da sottili filamenti proteici: è così che si forma il fuso della fissione. Alla fine di questo stadio, i cromosomi si accorciano e diventano più spessi e si spostano verso l'equatore della cellula.
  • La metafase è uno stadio molto breve, che inizia con l'allineamento dei cromosomi all'equatore della cellula. Quasi allo stesso tempo, la divisione centromerica avviene simultaneamente in tutti i cromosomi.
  • Anaphase: il filo del mandrino è collegato acentromero del cromosoma. Durante questo periodo, i cromosomi della figlia si spostano lentamente ai poli opposti. Si ritiene che i fili del fuso di divisione non solo dirigono i cromosomi, ma anche per la presenza di ATP, sono accorciati, accelerando la loro divergenza.
  • Telophase - inizia nel momento in cuii cromosomi si sono già diffusi ai poli. Si girano e diventano meno evidenti - tornano allo stato di riposo. Intorno all'accumulo di cromatina è la sintesi di un nuovo involucro nucleare. In parallelo con questi, si verifica la divisione cellulare - il citoplasma e gli organelli sono equamente divisi tra le formazioni figlie.

meiosi

La meiosi è un metodo per dividere le cellule duranteche è formato da quattro gameti con un singolo set di cromosomi. Tali processi si verificano durante la formazione di cellule germinali - spermatozoi, uova (la pianta quindi la formazione di spore). Tali processi prevedono lo scambio di materiale genetico e variabilità combinatoria. Quando due gameti si uniscono, ognuno dei quali contiene solo metà del materiale genetico, il numero di cromosomi viene ripristinato, ma la loro sequenza cambia.

Il processo di formazione dei gameti consiste di duebrevi divisioni meiotiche, in ognuna delle quali si possono distinguere tutte le fasi precedenti. Ma tra le due divisioni non c'è interfase pronunciata e la sintesi del DNA non si verifica. Di conseguenza, due cellule con un singolo set di cromosomi entrano nella seconda profase (nell'uomo è 46). Il risultato della seconda divisione è di 4 gameti con 23 cromosomi ciascuno.

amitosis

L'amitosi è una divisione cellulare insolita,che è osservato abbastanza raramente. Allo stesso tempo, la cellula conserva tutte le funzioni fisiologiche. Durante questo processo, non si verifica il raddoppiamento del materiale genetico e della divisione cellulare. Solo il nucleo è diviso, ma senza la formazione di un fuso di divisione. Come risultato di questo processo, i cromosomi divergono in un ordine casuale: si forma una cellula multi-core. Vale la pena notare che l'amitosi, di regola, si trova sia nelle cellule che invecchiano e che muoiono, sia nelle strutture patologicamente modificate (cellule tumorali).

  • valutazione: