RICERCA

La scoperta dell'elettrone: Joseph John Thomson

Nel 1897 dal fisico britannico Joseph JohnThomson (1856-1940) scoprì l'elettrone dopo una serie di esperimenti, il cui scopo era studiare la natura della scarica elettrica nel vuoto. Il famoso scienziato interpretò la deflessione dei raggi delle piastre e dei magneti caricati elettricamente come prova che gli elettroni sono molto più piccoli degli atomi.

scoperta di elettroni

Il grande fisico e scienziato avrebbe dovuto essere un ingegnere

Thomson Joseph John, un grande scienziato, fisico eMentor, doveva essere un ingegnere, suo padre lo pensava, ma a quel tempo la famiglia non aveva i fondi per pagare le tasse scolastiche. Invece, il giovane Thomson frequentò il college a Machester, e poi a Cambridge. Nel 1884, è stato nominato prestigioso incarico di professore di fisica sperimentale a Cambridge, sebbene egli stesso abbia svolto pochissimi lavori sperimentali. Ha scoperto un talento nello sviluppo di apparecchiature e nella diagnosi di problemi correlati. Thomson Joseph John era un buon insegnante, ispirava i suoi studenti e prestava notevole attenzione all'ampio problema dello sviluppo della scienza dell'insegnamento all'università e alle superiori.

Thomson Joseph John

Vincitore del premio Nobel

Thomson ha ricevuto molti premi diversiincluso il premio Nobel per la fisica nel 1906. Inoltre ha avuto un grande piacere nel vedere alcuni dei suoi entourage vincere i loro premi Nobel, tra cui Rutherford in chimica nel 1908. Un certo numero di scienziati, come William Praut e Norman Lockyer, hanno suggerito che gli atomi non sono le particelle più piccole nell'Universo e che sono costruite da unità più fondamentali.

thomson experience

Scoperta di elettroni (brevemente)

Nel 1897, Thompson suggerì che uno diunità di base 1000 volte più piccole di un atomo, questa particella subatomica divenne nota come un elettrone. Lo scienziato ha scoperto questo attraverso la sua ricerca sulle proprietà dei raggi catodici. Ha stimato la massa dei raggi catodici misurando il calore generato dai raggi della transizione termica e confrontato con la deflessione magnetica del raggio. I suoi esperimenti dicono non solo che i raggi catodici sono 1000 volte più leggeri di un atomo di idrogeno, ma anche che la loro massa era la stessa indipendentemente dal tipo di atomo. Lo scienziato arrivò alla conclusione che i raggi consistessero in particelle molto leggere e caricate negativamente, che sono il materiale da costruzione universale per gli atomi. Chiamò queste particelle "corpuscoli", ma in seguito gli scienziati preferirono il nome "elettroni" proposto da George Johnston Stoney nel 1891.

anno di scoperta di elettroni

Gli esperimenti di Thompson

Confrontando la deviazione dei raggi catodici concampi elettrici e magnetici, il fisico ha ottenuto misurazioni più affidabili della carica e della massa dell'elettrone. L'esperimento di Thomson è stato condotto all'interno di speciali tubi catodici. Nel 1904, ipotizzò che il modello atomico fosse una sfera di materia positiva, in cui la posizione delle particelle è determinata dalle forze elettrostatiche. Per spiegare la carica generalmente neutra di un atomo, Thompson suggerì che i corpuscoli erano distribuiti in un campo uniforme di carica positiva. La scoperta dell'elettrone ha reso possibile considerare che l'atomo può essere diviso in parti ancora più piccole, ed è stato il primo passo verso la creazione di un modello dettagliato dell'atomo.

storia di scoperta di elettroni

Storia della scoperta

Joseph John Thomson è comunemente noto comeelettrone pioniere. Gran parte della sua carriera, il professore ha lavorato su vari aspetti della conduzione dell'elettricità attraverso i gas. Nel 1897 (l'anno della scoperta dell'elettrone), ha provato sperimentalmente che i cosiddetti raggi catodici sono in realtà particelle caricate negativamente in movimento.

Molte domande interessanti sono direttamente correlate.con il processo di scoperta. Ovviamente, le caratteristiche dei raggi catodici sono state prese prima di Thomson e diversi scienziati hanno già dato importanti contributi. È possibile quindi dire con certezza che è stato Thomson il primo a scoprire un elettrone? Dopotutto, non ha inventato un tubo a vuoto o la presenza di raggi catodici. La scoperta di un elettrone è un processo puramente cumulativo. Lo scopritore accreditato fornisce un contributo importante, riassumendo e sistematizzando tutta l'esperienza acquisita.

scoperta di elettroni brevemente

Tubi a raggi catodici Thomson

La grande scoperta dell'elettrone è stata fattaequipaggiamento speciale e in determinate condizioni. Thomson condusse una serie di esperimenti usando un tubo a raggi catodici ben progettato, che include due piastre, tra le quali i raggi dovevano viaggiare. Sospese di lunga data riguardanti la natura dei raggi catodici derivanti dal passaggio di una corrente elettrica attraverso una nave da cui è stata pompata la maggior parte dell'aria.

scoperta di elettroni
Questa nave era un tubo a raggi catodici. Usando un metodo migliorato per il vuoto, Thomson è stato in grado di sostenere un convincente argomento che questi raggi sono composti da particelle, indipendentemente dal tipo di gas e dal tipo di metallo utilizzato come conduttore. Thomson può essere giustamente definito un uomo che ha diviso un atomo.

scoperta di elettroni

Recluso scientifico? Questo non riguarda Thomson

Un fisico eccezionale del suo tempo non era affattorecluso scientifico, come spesso pensano brillanti scienziati. È stato il direttore esecutivo del famoso laboratorio Cavendish. Fu lì che lo scienziato incontrò Rose Elizabeth Paget, che sposò nel 1890.

Thomson non solo ha gestito una serie di ricercheprogetti, ha anche finanziato la ristrutturazione di strutture di laboratorio con scarso supporto dall'università e dai college. Era un insegnante di talento. Le persone che radunò intorno a lui dal 1895 al 1914, arrivarono da tutte le parti del mondo. Alcuni di loro sotto il suo comando hanno ricevuto sette premi Nobel.

scoperta di elettroni
Fu durante il suo lavoro con Thomson nel Cavendish Laboratory nel 1910 che Ernest Rutherford condusse una ricerca che portò a una moderna comprensione della struttura interna dell'atomo.

Thomson era molto serio riguardo a luiinsegnamento: ha tenuto lezioni regolari alle elementari la mattina e ha insegnato scienze a studenti diplomati nel pomeriggio. Lo scienziato considerava la dottrina utile per il ricercatore, poiché richiedeva periodicamente di rivedere le idee di base e allo stesso tempo lasciava spazio alla possibilità di scoprire qualcosa di nuovo a cui nessuno aveva prestato attenzione prima. La storia della scoperta dell'elettrone lo conferma chiaramente. La maggior parte delle sue attività di ricerca Thompson si è dedicata allo studio del passaggio di particelle di corrente caricate elettricamente attraverso gas rarefatti e spazio vuoto. Era impegnato nello studio del catodo e dei raggi X e ha dato un grande contributo allo studio della fisica dell'atomo. Inoltre, Thomson ha anche sviluppato una teoria del moto degli elettroni nei campi magnetici ed elettrici.

  • valutazione: