RICERCA

Il grado di comparazione degli aggettivi in ​​inglese

Secondo le norme della grammatica moderna, inInglese Ci sono 3 gradi di confronto degli aggettivi. Il primo grado è positivo. È la forma standard dell'aggettivo. Non ha un accenno di confronto ed esprime solo lo stato qualitativo dell'oggetto o dell'oggetto. Da questa forma si formano i due gradi rimanenti: comparativo ed eccellente. Se confrontiamo due soggetti l'uno con l'altro in termini di indicatori di qualità, allora usiamo un grado comparativo. Quando vogliamo selezionare consapevolmente un elemento da un gruppo di tre o più, allora traduciamo l'aggettivo in un grado superlativo.

In generale, le regole di educazione di questoLa categoria grammaticale in inglese non è molto diversa dalla formazione del grado di comparazione degli aggettivi nella lingua tedesca. È necessario aggiungere i suffissi speciali -er e -est alla base della forma positiva o metterli di fronte più e più. Quindi otteniamo un grado comparativo e superlativo. E quest'ultimo richiede sempre l'uso dell'articolo. Il numero di sillabe in una parola influisce direttamente sul modo in cui si forma il grado di comparazione degli aggettivi. L'inglese, tra le altre cose, non sempre consente la presenza di una determinata categoria grammaticale. È usato solo con aggettivi di qualità. Cioè, le parole che eseguono la funzione di descrizione.

Il grado di comparazione degli aggettivi inglese
Tutti gli aggettivi monosillabici sono formati aggiungendo -er e -est alla base della forma positiva: ricco - più ricco - il più ricco. Le parole di due sillabe che terminano in -ow, -le, -y, -er, spesso formano anche gradi usando suffissi speciali: tender - offerente - il più tenero. Formando il grado di comparazione degli aggettivi nel modo sopraindicato, è necessario prendere in considerazione alcune sfumature di ortografia. Sono come segue.

1. Se un aggettivo termina con una consonante, e prima che sia una vocale accentata, allora la consonante è raddoppiata: bagnato - più umido - il più piovoso.

2. Se un aggettivo termina con un non accentato -e, allora questa vocale prima del suffisso cade: vicino - più vicino - il più vicino.

3. Se un aggettivo termina in -y e una consonante di fronte ad esso, allora -y cambia in -i: fortunato - più fortunato - il più fortunato. Se prima la vocale è in piedi, allora la trasformazione non avviene.

Gradi di comparazione degli aggettivi in ​​tedesco
Il modo più semplice per memorizzare una laurea èconfronti di aggettivi composti da tre o più sillabe, nonché da quelli derivati ​​dai participi. Prima della forma positiva metti semplicemente di più e di più. Quindi l'aggettivo acquisisce il grado di paragone necessario senza alcun cambiamento nelle basi: pericoloso - più pericoloso - il più pericoloso, noioso - più noioso - il più noioso. Gradi e aggettivi disyllabial che terminano in -al, -ish, -ant, -ive, -ent, -less, -ic, -ful, -ous nello stesso modo: tragico - più tragico - il più tragico.

In inglese, c'è anche un separatoun gruppo di aggettivi irregolari che, nel corso dell'istruzione, i gradi di confronto non obbediscono alle norme grammaticali generalmente accettate e cambiano completamente le basi della forma positiva.

Gradi di comparazione delle eccezioni aggettivo

Pos.

bene (bene)

poco

cattivo (malato)

lontano

molti / molto

vecchio

Comp.

meglio

meno

peggio

più lontano (più lontano)

più

più vecchio (anziano)

Prevoskh.

il migliore

il minimo

il peggio

il più lontano (il più lontano)

più

più vecchio (il più vecchio)

Come accennato in precedenza, in inglese, non tutti gli aggettivi hanno la capacità di formare gradi di comparazione. Questi includono:

Gradi di comparazione degli aggettivi

  • tutti gli aggettivi relativi (legno, europeo, quotidiano, preparatorio);
  • aggettivi che sono stati presi in prestito dal latino in una volta e portano una tinta di paragone o superiorità (precedente, interno, superiore, ottimale, prossimale);
  • aggettivi qualitativi assoluti, il cui valore semplicemente non consente il confronto (morto, medio, principio, precedente);
  • Aggettivi qualitativi formati usando i prefissi negativi in- e un-prefissi all'inizio di una parola (incurabile, scomodo, inadatto);
  • aggettivi qualitativi il cui significato ha un accenno di paragone. Molto spesso terminano con il suffisso -ish (rossastro, bluastro).
  • </ ul </ p>
  • valutazione: