RICERCA

Qual è la polarizzazione della luce?

Se guardi il cielo nella giornata autunnale senza nuvole,allora la brillante cupola blu brillante del cielo non lascerà nessuno indifferente. Cosa spiega questo colore incredibile? La sua causa si trova in tre aspetti: rifrazione, dispersione e polarizzazione. Nel lavoro di oggi parleremo di cos'è la polarizzazione della luce.

La luce è una delle varietàradiazione elettromagnetica, quindi è caratterizzata da una fonte e un orientamento. Inoltre, non dovremmo dimenticare la sua duplice natura: in un caso, come già detto, si tratta di un'onda, e in un'altra è una particella (fotone). La polarizzazione della luce è una delle proprietà di qualsiasi radiazione nell'intervallo ottico. Quando polarizzate, le oscillazioni delle particelle del fascio di luce dirette verso la superficie trasversale sono realizzate nello stesso piano. Altri componenti sono tagliati.

Il modo più semplice per capire con l'esempio è ciò che èpolarizzazione della luce. Immagina una lunga corda, posizionata orizzontalmente tra due punti. La fune passa attraverso una fessura verticale nella piastra di schermatura. Se ora viene raccolto da un'estremità e le onde si formano, allora raggiungeranno l'estremità opposta solo se sono create coassialmente con una fessura nello scudo, vale a dire. verticalmente. Quando si tenta di spostare la corda orizzontalmente (sinistra-destra), le onde si spengono quando si raggiunge a malapena lo scudo, in quanto non "spremere" attraverso la fessura. In questo esempio, la fune è una radiazione elettromagnetica, lo scudo è un mezzo trasparente (o semitrasparente) e la fenditura è una proprietà specifica del mezzo.

Poiché la luce è un'onda elettromagnetica, essadipende dai vettori di intensità elettrica e magnetica. Sono sempre perpendicolari tra loro e, inoltre, formano un piano condizionale perpendicolare alla linea di propagazione dell'onda stessa. A proposito, la polarizzazione circolare della luce si verifica se i vettori dell'induzione magnetica e del campo elettrico ruotano rispetto alla direzione del fascio di luce. A sua volta, quando il vettore dell'intensità del campo elettrico oscilla sullo stesso piano, sorge un'onda elettromagnetica polarizzata sul piano. Il suo secondo nome, che riflette lo stesso processo - "linearmente polarizzato".

È interessante notare che la radiazione dall'atomoun singolo quanto di luce è sempre polarizzato. Allo stesso tempo, il flusso luminoso della lampadina, il Sole, una candela, una torcia elettrica, ecc., Non è polarizzato. Ciò è dovuto al fatto che la radiazione emana da una moltitudine di atomi la cui polarizzazione è diversa. Di conseguenza, il flusso totale perde l'orientamento. La polarizzazione della luce dipende in gran parte dalle caratteristiche della sostanza o dalla posizione degli atomi nel suo reticolo cristallino (per i solidi, ad esempio i cristalli trasparenti). A proposito, i primi esperimenti furono condotti con cristalli, e solo in seguito gli scienziati prestarono attenzione ai media gassosi (atmosfera). È facile capire che la polarizzazione della luce dipende anche dalla posizione dell'osservatore (sensore, fotocellula, ecc.). Quindi, con un aumento dell'angolo tra la direzione della luce dalla sorgente e il vettore che indica la direzione della linea di vista, la polarizzazione aumenta. Se le direzioni sono parallele, allora in condizioni ideali non c'è polarizzazione.

C'è anche una terza opzione: un flusso di luce parzialmente polarizzato. Questa configurazione si verifica quando prevalgono le oscillazioni del campo elettrico o dell'induzione magnetica (i loro vettori).

Fatto curioso: Un occhio umano può facilmente distinguere tra una lunghezza d'onda (aspetto cromatico della luce) e l'intensità, ma la registrazione della polarizzazione è disponibile indirettamente. Allo stesso tempo, molti insetti con gli occhi sfaccettati distinguono perfettamente la polarizzazione dell'onda. Questo è creduto per aiutarli a navigare.

  • valutazione: