RICERCA

Metodo citogenetico di studio dell'eredità

La citogenetica è indipendenteuna sezione della teoria dell'ereditarietà, in cui vengono studiati vari portatori, principalmente osservabili (esplicati) contenenti informazioni sull'eredità genetica. Questi vettori sono cromosomi di vario tipo (politene, mitotico e meiotico), plastidi, nuclei interfase e, in misura minore, mitocondri.

Sulla base di questo, il metodo citogeneticoÈ un insieme di metodi e tecnologie per lo studio, prima di tutto, dei cromosomi, durante i quali viene stabilito il loro parametro quantitativo, viene fatta la descrizione chimica e biologica, le modalità di struttura e comportamento vengono studiate durante la divisione cellulare. Il compito scientifico di questo studio è stabilire la relazione tra la natura e la dinamica dei cambiamenti nella struttura dei cromosomi e il modello che riflette la variabilità dei caratteri.

Una delle più importanti aree di ricerca,che coinvolge un metodo citogenetico, è l'analisi di un cariotipo umano. Questo studio, di regola, viene condotto su culture in cui si verifica la divisione delle cellule sessuali e somatiche.

La cultura più comune per questo tiporicerca - cellule del sangue periferico, come linfociti, fibroblasti e cellule del midollo osseo. La coltura più accessibile utilizzata nella citogenetica medica è i linfociti del sangue. La ragione di ciò è che, di norma, sono oggetto di analisi nel periodo postnatale. Quando si analizza il cariotipo del feto, il metodo citogenetico prevede l'uso di colture cellulari, la cui scelta è determinata da una serie di fattori. Il principale è la durata della gravidanza. Ad esempio, con questo periodo di meno di 12 settimane, l'analisi citogenetica dei cromosomi viene eseguita meglio con la partecipazione di cellule corioniche e con gestazioni di più di 12 settimane, è consigliabile esaminare le cellule del feto stesso. A questo scopo, si distinguono specificamente dalla placenta e dal sangue fetale.

Stabilire il metodo citogenetico del cariotipolo studio dell'ereditarietà richiede l'ottenimento di un campione di sangue in una quantità di almeno 1-2 ml. In questo caso, il metodo stesso comporta la conduzione di uno studio costituito da tre fasi principali:

- isolamento e coltivazione di cellule su cui verrà effettuata l'analisi;

- colorazione del farmaco;

- condurre un'analisi approfondita del farmaco al microscopio.

Un efficace metodo citogenetico di genetica puòessere solo quando sono soddisfatte le seguenti condizioni. Innanzitutto, ci deve essere un certo numero di cellule nella fase metafase. In secondo luogo, la coltivazione deve essere effettuata in stretta conformità con le regole stabilite e per un periodo di almeno 72 ore. In terzo luogo, la fissazione delle cellule dovrebbe essere effettuata con una soluzione di acido acetico e metanolo in un rapporto rigoroso di queste sostanze 3: 1.

Nella fase di colorazione del farmaco per citogeneticastudiare la scelta dei colori è fatto tenendo conto dello scopo stesso dello studio, cioè quale tipo di riorganizzazione dovrebbe essere studiato. Più spesso, utilizzare il metodo di colorazione continua, in quanto è il più semplice determinare il parametro quantitativo dei cromosomi. Gli studi moderni utilizzano spesso questo metodo di colorazione per determinare le anomalie del cariotipo nei loro termini quantitativi. Ma un tale metodo citogenetico rende impossibile determinare e identificare le dinamiche strutturali dei cromosomi. Pertanto, utilizzare altri metodi speciali che consentano di livellare questo svantaggio del metodo di tintura continua. Il più comune di essi, come il metodo del colore differenziato, il metodo G, il metodo R e altri.

E infine, la terza fase dello studio consiste instudio microscopico di cromosomi colorati che si trovano in fase di metafase. Durante questo, viene stabilito il numero di cellule normali e anormali nelle sue condizioni del corpo fetale umano. Per questo, di norma, vengono analizzati diversi tessuti.

  • valutazione: