RICERCA

Quando finirà l'operazione antiterrorista ucraina?

Il collasso dell'URSS, inizialmente tenuto abbastanzapacificamente, ha portato alla nascita nel vasto paese di numerosi "hot spot". conflitti etnici, rapidamente repressi dalle autorità sovietiche di utilizzare tutti i mezzi dell'apparato statale, improvvisamente nessuno a "placare", infatti, la loro principale fonte - il movimento e il nazionalista del partito - in molti paesi di nuova formazione a far parte dell'apparato politico e il bastione della statualità. Dopo i tragici eventi in Nagorno-Karabakh, Abkhazia, la Transnistria, il Tagikistan, Cecenia, Daghestan, Georgia, Kirghizistan e molte altre regioni post-sovietiche, è stata la volta dell'Ucraina. Qui iniziò la cosiddetta "operazione antiterrorismo" senza precedenti nella sua scala, che può essere oscuri, molte guerre locali del XX e l'inizio del XXI secolo.

operazione antiterroristica

preistoria

L'Ucraina è stata storicamente divisa indiverse regioni a simpatie politiche e storiche. Tuttavia, oltre alle ideologie "Bandera" e "Vatnic", ci sono fattori economici che influenzano il corso dell'ulteriore sviluppo dello stato. Il presidente Yanukovich, consapevole di questa circostanza, esitò a lungo, scegliendo il vettore del movimento del paese a lui affidato. Il compito è stato a disagio: dovrebbe determinare che è più conveniente in senso macroeconomico - l'aspirazione verso l'Occidente, promettendo una molto distanti le prospettive di iniziazione al mistero per molti cittadini ucraini, "valori europei", o la reale cooperazione commerciale e industriale con la Federazione russa. Si complica la scelta è anche condizioni estremamente difficili dato l'Ue: "In due sedie siedono impossibile, e chi non è con noi è contro di noi" Alla fine, Victor Fedorovich cadde in confusione, forza applicata contro un Maidan ben organizzata non ha il coraggio, ed era rovesciato.

operazione antiterroristica nell'est

L'inizio

Affermare che Donetsk e Lugansk si sono nutriti da soliil distaccato e scappato al presidente qualsiasi tenera simpatia, non può che un osservatore estremamente ingenuo. Tuttavia, il fatto stesso che i rappresentanti di una sola forza politica salissero al potere, non ritenendo necessario ascoltare altre opinioni, provocò un certo mormorio. Dopo la separazione della Crimea e il suo ingresso nella Federazione Russa, sorse un precedente, predicendo il rapido e completo collasso del paese. Il 7 aprile è iniziata un'operazione antiterroristica nell'est dell'Ucraina. Il nome di questa azione militare significava la creazione di una certa immagine del nemico. E l'esercito, la sua stessa popolazione e la comunità internazionale sono stati ispirati dall'idea che sia necessario combattere con alcuni gruppi di mercenari e banditi, la maggior parte dei quali proveniva da dietro il confine russo. In questo caso, ci si aspettava che la vittoria fosse garantita, veloce e quasi senza spargimento di sangue. Ben presto ogni persona sobria con la tendenza ad analizzare gli eventi ha iniziato a comprendere l'errore (nella migliore delle ipotesi) o la criminalità (nella peggiore delle ipotesi) di un tale approccio per risolvere il conflitto riconosciuto dal Comitato della Croce Rossa come "non internazionale".

La questione della legittimità

L'operazione antiterrorista è stata dichiarataPresidente facente funzione dell'Ucraina Turchinov. Lui e i suoi associati arrivarono al potere approssimativamente nello stesso modo legale del partito bolscevico nel 1917. Una rivoluzione avvenne nel paese, chiamata rivoluzione, ma non possiede la sua caratteristica principale: il cambiamento della formazione socio-economica. Il documento firmato dal VRII del Presidente conteneva "consolidamento", "termine dello scontro" nel titolo e indicava direttamente il luogo in cui si manifestava la principale minaccia al nuovo governo: le regioni di Donetsk e Lugansk. Una parte significativa della popolazione si aspettava elezioni in cui la gente potesse eleggere un presidente legittimo che almeno in una certa misura esprimesse le proprie opinioni.

operazione antiterroristica russia

ATO dopo le elezioni

La scelta non era ricca.Essere guidati da coloro che sono venuti ai siti il ​​25 maggio, ha dovuto guardare l'aspetto esterno dei candidati e la reputazione che sono riusciti a trovare nella loro precedente carriera. I cittadini che hanno preso parte al plebiscito, nella loro maggioranza, hanno considerato l'immagine di Peter Poroshenko come la più favorevole, ponendo la speranza sul suo buon senso e sull'approccio orientato al business per risolvere il confronto armato. Le aspettative iridescenti non si sono materializzate, l'operazione anti-terrorismo è proseguita con ancora maggiore amarezza.

operazione antiterroristica nella regione di Donetsk

Dubbi successi

Lo stato deplorevole delle forze armate dell'Ucrainaè inestricabilmente legato allo stato economico di questo paese. Nonostante gli sforzi in corso per mantenere il morale e la naturale superiorità della potenza di fuoco e la quantità di equipaggiamento dell'esercito regolare sulla milizia, i successi sono sporadici e le perdite superano tutte le norme immaginabili. Il numero di aerei abbattuti per lungo tempo è calcolato da una cifra a due cifre e i veicoli corazzati bruciati non sono stati contabilizzati per un lungo periodo. Le perdite di personale per la popolazione dell'Ucraina devono essere giudicate da segni indiretti, sono nascoste e sottovalutate. La popolazione pacifica sta uccidendo, sono riconosciute circa un migliaio di vittime innocenti (compresi i bambini) e quanti di loro sono davvero difficili da stabilire. Case e oggetti sociali vengono distrutti dai bombardamenti e dai bombardamenti. C'è una tendenza generale al fatto che l'operazione antiterrorista nella regione di Donetsk sta acquisendo sempre più un carattere punitivo. Tuttavia, anche a Lugansk.

operazione antiterroristica nella regione di Donetsk

prospettive

La guerra cecena è stata terribile per la Russiashock. Circa l'uno per cento della popolazione del paese più grande del mondo era insoddisfatto dell'attuale situazione economica e politica, gran parte di essa era determinata a ritirarsi dalla Federazione Russa. L'operazione antiterrorista ucraina è condotta in condizioni molto più critiche. Un disaccordo con le politiche interne ed esterne dell'attuale leadership è in misura maggiore o minore espressa da una grande parte della popolazione, mentre nella zona di combattimento vive dal 4 al 5% della popolazione totale, mentre la base di risorse dell'Ucraina è incommensurabilmente più povera. I soldati che combattono per l'unità del paese non hanno tutto, dai famigerati giubbotti antiproiettile al cibo. Una nuova mobilitazione è stata annunciata. Quanto durerà l'operazione anti-terrorismo? La Russia accetta i rifugiati, ce ne sono già centinaia di migliaia ...

  • valutazione: