RICERCA

Cos'è un sepalo? Struttura e funzioni

Cos'è un sepalo? Perché si chiama così? Il fiore sulle piante matura nell'ambiente delle foglie verdi. Quando si apre il bocciolo diventano un supporto poco appariscente per i petali. I sepali sono spesso verdi (frondosi), ma ci sono eccezioni (petali). Così, per esempio, nelle orchidee dopo l'inizio della fioritura, prendono le sfumature del fiore, trasformandosi in petali-sepali. Sono uguali a un vitello e un anemone. La totalità dei sepali forma un calice.

Per capire cosa sono i sepali, hai bisognoper studiare la loro origine. Secondo le caratteristiche della struttura, assomigliano alle foglie vegetative superiori. Alcune piante vedono chiaramente una transizione graduale da esse ai sepali. Ci sono un certo numero di colori in cui non ci sono affatto tali formazioni, ad esempio negli anemoni.

Funzioni dei sepali

Capire cos'è il sepalo, viene dopo aver determinato il suo valore per un fiore. Questa parte del fiore svolge importanti funzioni per la pianta.

cos'è il sepalo

  1. Forma la protezione di un fiore che non è ancora sbocciato e il feto che si è già formato.

  2. Se i sepali hanno un colore verde, allora come tutte le foglie, eseguono il processo di fotosintesi, cioè assorbono anidride carbonica e rilasciano ossigeno.

  3. Esegue una funzione di supporto per l'alone di fiori.

struttura

Considera cosa è un sepalo secondo la sua struttura. Consiste di due parti: parenchima (mesofille e fasci conduttivi, passaggio in tessuto sfuso) e epidermide (strato di copertura).

Esistono diversi tipi di sepali, a seconda della posizione delle foglie nel calice.

sepali, petali

  1. Quando le foglie si trovano separatamente l'una dall'altra. Ad esempio, una ciliegia o un cavolo.

  2. Sepali o completamente fusi, o parzialmente. Ad esempio, patate o piselli. Sono leggermente diversi nella struttura, hanno una tazza a forma di imbuto, una campana o un tubo dai fogli fusi. Ad esempio, in Kalanchoe.

  3. Alcuni sepali si trovano in due cerchi separati. Ad esempio, una malva o un lampone.

  4. La tazza a due lati è divisa in due parti diseguali, come la salvia.

  5. </ ol </ p>
  • valutazione: