RICERCA

Comunità etniche

Perché il processo di sviluppo umano è caratteristicoun modello. Si manifesta nel desiderio delle persone di formare comunità. I ricercatori identificano i loro vari tipi. Quindi, ci sono comunità professionali, di gruppo, territoriali, etnosociali, etniche. Gli ultimi due tipi sono studiati da entolopolitologia.

La comunità in senso lato rappresentaun insieme di persone che sono unite da relazioni stabili e legami sociali. Questo set è dotato di alcune caratteristiche che gli conferiscono originalità.

Comunità etniche, a differenza di altre,formati consapevolmente, sono creati storicamente, indipendentemente dalla coscienza e dalla volontà della gente. Questi aggregati derivano dai bisogni dello sviluppo sociale e della produzione. Le comunità etniche avevano una forma diversa: dal gregge primitivo delle persone alle nazioni moderne. Ciascuna di queste forme riflette il livello di sviluppo e la natura della produzione sociale, le forze produttive, nonché le peculiarità delle relazioni e dei tipi di connessioni nella società. Le comunità etniche nel loro contesto, insieme a tutti i processi vitali, sono sistemi chiusi molto autonomi. Rispetto ad altri tipi di strutture sociali, tali sistemi sono considerati globali.

Ciascuna di queste comunità rappresenta un certo"prodotto" dell'interazione delle relazioni sociali in un contesto storico specifico. In base alle mutevoli condizioni di esistenza, la forma e il contenuto del sistema cambiano. Con lo sviluppo della civiltà, si nota la complessità della comunità, la formazione della struttura interna. Inoltre, ogni sistema successivo va oltre il precedente.

Nell'etnologia della comunità è consuetudine considerarecome etnos Il processo di formazione dell'etnos è chiamato "etnogenesi". Esistono diversi approcci per comprendere l'essenza della formazione del sistema. In Russia esisteva un lungo periodo ed era usato come un concetto generalmente accettato che il popolo (gruppo etnico) fosse principalmente un fenomeno sociale e soggetto alle leggi, in base al quale si sviluppa la società. Il riconoscimento delle nazionalità (insieme ad altri grandi gruppi sociali) da parte della popolazione nel paese consente loro di estendere ad esse alcune delle caratteristiche e caratteristiche regolari e stabili tipiche delle grandi associazioni sociali.

Queste caratteristiche, in particolare, includono:

  1. Formazione di interessi pubblici di gruppo che formano solidarietà all'interno del sistema.
  2. Capacità di auto-riproduzione socio-demografica. Questa capacità è dovuta alla presenza di meccanismi biosociali che influenzano lo sviluppo storico di grandi strutture sociali.
  3. Eterogeneità interna. Nelle grandi associazioni sociali, la divisione in strati avviene inevitabilmente.
  4. All'interno di ogni struttura, in un modo o nell'altro, avviene la formazione e il consumo di valori materiali, spirituali, professionali, dilettantistici e altri.
  5. Consapevolezza delle persone che appartengono a un grande gruppo sociale, alla sua appartenenza ad esso e alla sua realtà.
  6. Auto-controllabilità e controllabilità. Per grandi formazioni sociali caratterizzate dalla presenza di una struttura di auto-organizzazione. Ciò è assicurato dalla presenza in gruppi di leve di trasferimento di informazioni, sviluppo e attuazione degli obiettivi.

Va notato lo stretto rapporto tra i concetti di "ethnos"e "cultura". Allo stesso tempo, l'autoconsapevolezza è di grande importanza nella formazione dei valori spirituali. Funziona come un segno di qualsiasi struttura sociale. Né dovremmo dimenticare la relazione tra i concetti di "lingua" e "ethnos". Tutti questi segni sono formati in accordo con le condizioni ambientali e insieme ci permettono di distinguere un gruppo sociale da un altro.

  • valutazione: