RICERCA

Origine della filosofia

Per molti secoli, le più grandi mentiun problema come l'origine della filosofia. I pensatori scrutano nelle profondità della storia per comprendere appieno l'insegnamento che si è prefisso il compito di comprendere la vita. Quindi come e perché è avvenuta la nascita della filosofia? A questa domanda, i pensatori hanno formulato tre concetti base. Consideriamo ciascuno di loro.

Il primo concetto è mitogenico. La sua essenza sta nel presupposto che la filosofia è l'apice del mito. Analizziamo questo concetto in modo più dettagliato. Inizialmente, le persone hanno inventato finzioni e leggende, che nella loro essenza sono un modo affettivo ed emotivo di comprendere il mondo. Quindi lo sviluppo completamente naturale dei miti ha dato origine a una direzione separata, che mira a comprendere l'essere con l'aiuto della ragione e della logica. Questo concetto, che rivela l'origine della filosofia, ha un vantaggio importante. Prende in considerazione il fatto che lo studio e la comprensione della vita sono impossibili solo con l'aiuto di una singola logica. La filosofia, come il culmine del mito, non è solo un modo ragionevole di conoscere, ma anche la comprensione dell'essere per mezzo della componente emotiva del pensiero della personalità. Cioè, il concetto riconosce che il pensatore dovrebbe usare non solo la logica, ma anche tutti gli altri strumenti che sono a sua disposizione. In particolare, intendiamo l'esperienza sensoriale individuale del filosofo, e non solo schemi teorici razionali.

Il seguente concetto è chiamato epistemologico. L'origine della filosofia, secondo questa teoria, è più legata al razionalismo scientifico che alla mitologia. Proviamo a smontare questa idea in modo più dettagliato. Secondo questo concetto, la filosofia non è la continuazione dei miti, ma piuttosto il loro superamento critico e razionale. In questo caso, c'è una vittoria della ragione e della logica sulla narrativa affettiva. Molti studiosi annotano il punto debole di questo concetto, ovvero che l'importanza di comprendere il mondo attraverso l'esperienza sensoriale ed emotiva è esclusa qui. Tuttavia, nonostante i suoi svantaggi, questa spiegazione dell'aspetto della disciplina in questione è piuttosto popolare.

C'è un'altra curiosa teoria cheinterpreta in modo particolare l'origine della filosofia. Questo concetto è chiamato "salto qualitativo". La sua essenza sta nel fatto che la filosofia è distaccata da tutti gli altri insegnamenti. Secondo il concetto, questa disciplina non è un ramo derivato, ma una regione assolutamente e inizialmente autonoma. Cioè, la filosofia in realtà ha dato vita a se stessa, non appena una persona ha cominciato a riflettere sulla conoscenza razionale del mondo circostante. Tuttavia, questa teoria non nega in alcun modo l'alto valore di tutta la conoscenza accumulata, senza la quale sarebbe impossibile per la disciplina apparire.

Ora conosci tutti i concetti di basel'origine della filosofia. Va notato che è meglio percepire l'informazione ricevuta nella sua interezza, senza dividerla in affermazioni corrette e scorrette. Tutti e tre i concetti, con la loro vera comprensione, non si escludono a vicenda, ma, al contrario, si completano a vicenda. Non dimenticare che ognuna delle teorie proposte ha i suoi vantaggi e svantaggi. Inoltre, ciascuno dei concetti considerati ha fedeli fan e critici inconciliabili.

Il problema dell'origine della filosofia sarà risoltosolo con una percezione olistica del materiale, unita a un pensiero indipendente. Ora proviamo a capire perché è così importante capire come è nata questa disciplina. La risposta alla domanda, come è apparsa questa scienza, può essere data solo dalla filosofia stessa. Questa è la sua prerogativa. Risolvere questo problema aiuterà a comprendere meglio la psicologia delle personalità cognitive stesse, vedere le dinamiche dello sviluppo della filosofia.

  • valutazione: