RICERCA

FZ "In fallimento": le principali disposizioni

Insolvenza o cosiddetta bancarottaè l'incapacità del debitore di pagare i debiti al mutuatario entro il termine prescritto, nonché la mancanza di capacità di soddisfare i requisiti del bilancio e dei fondi fuori bilancio.

Secondo la legge federale sul fallimento, dichiarareL'insolvenza può essere solo un tribunale arbitrale sulla base di una domanda dei creditori o del mutuatario stesso. Il fallimento può essere solo una persona giuridica o qualsiasi organizzazione impegnata in attività commerciali, ad eccezione delle imprese statali, di una pensione o di un fondo di beneficenza.

Legge federale (FZ) sul fallimento delle persone giuridichele persone assumono la liquidazione dell'impresa solo dopo aver tentato di ripristinare la solvibilità della persona giuridica effettuando azioni preventive. Lo scopo di queste procedure, in primo luogo, è il calcolo con tutti i creditori e il budget, e in secondo luogo - un completo ripristino della solvibilità.

Azioni per prevenire il fallimentosignifica solo se la società debitrice è d'accordo e può essere avviata da creditori, agenzie governative, ecc. Secondo la legge federale sul fallimento, la base per presentare una domanda a un tribunale arbitrale è:

- la presenza di debiti scaduti con un periodo non inferiore a tre mesi;

- l'incapacità dell'organizzazione di pagare i propri debiti nel prossimo futuro.

Il debitore è obbligato a notificare a tutti i suoi creditoricondurre misure preventive. Se tutti i requisiti sono soddisfatti, il giudice, entro cinque giorni dal deposito, rivede la domanda e prende una decisione definitiva.

Primo ad assistere l'impresa nella ricostruzionela sua solvibilità, il tribunale arbitrale introduce un manager che svolge le funzioni di supervisione e controllo. Un mese dopo, il gestore fornisce una relazione sul lavoro svolto.

Se necessario, legislazionemodificato in base alle tendenze e agli standard attuali. Così, ad esempio, sono state introdotte modifiche nella legge federale sull'insolvenza (fallimento), suggerendo un ampliamento dell'elenco di misure volte a soddisfare le richieste dei creditori.

Il tempo massimo per un'udienza di fallimento non lo èdeve superare i sette mesi. Sulla base della ricerca condotta, viene presa la decisione di dichiarare il debitore fallito. Tale misura può essere introdotta come procedura di fallimento, riabilitazione finanziaria o gestione esterna. Inoltre, in ciascuna fase, un accordo amichevole può essere concluso di comune accordo tra le parti con il completo regolamento di tutti gli obblighi con i creditori.

Il compito principale del tribunale arbitrale non lo èannuncio della liquidazione di una persona giuridica e in conformità con la legge sui fallimenti relativa alla fornitura di assistenza a un'impresa in una situazione difficile. La liquidazione viene effettuata solo dopo che tutte le attività di cui sopra non hanno portato risultati adeguati. Quindi le attività del gestore saranno mirate a soddisfare le esigenze dei creditori e delle agenzie governative. L'esame del caso può essere posticipato sulla base dell'applicazione del debitore, se nel prossimo futuro prevede di estinguere tutti i debiti che ha.

Di norma, l'introduzione del controllo esterno dàspero di ottenere un effetto significativo. Un mese dopo, il manager esterno deve fornire una relazione sul lavoro svolto e informazioni sulle prospettive per ulteriori attività. Dopo la piena soddisfazione delle pretese dei creditori e del budget, viene stimata la prospettiva di una persona giuridica, vale a dire la convenienza della sua esistenza. L'arbitro formula un verdetto: o dichiara l'impossibilità di ulteriori attività o fissa la tendenza positiva della gestione temporanea e consente all'entità di continuare le sue attività con nuove forze.

  • valutazione: