RICERCA

Espressionismo astratto

L'espressionismo astratto si è sviluppato a New York1940-1950 e rapidamente trasformato in uno dei movimenti più potenti e influenti nella storia dell'arte moderna. Basandosi sulle realizzazioni dell'arte d'avanguardia europea, un gruppo di artisti noti come "espressionisti astratti" (o "New York School") sviluppò una nuova astrazione che era allo stesso tempo semplice e complessa.

Tra gli artisti inclusi nel movimento, Willem deKooning, Jackson Pollack, Barnett Newman, Clifford Still, Franz Kline, Lee Krasner, Robert Motherwell, William Baziotis, Barnett Newman, Adolph Gottlieb, Richard Puzette-Dart. Sebbene alcune delle figure chiave dell'espressionismo astratto fossero immigranti, tra cui Mark Rothko, Hans Hoffman, Arshil Gorki, fu il primo movimento artistico americano definitivamente. New York è diventata per molti anni una nuova capitale dell'innovazione artistica, "portando via" il mantello del leader dell'arte moderna da Parigi. A New York ha creato quel linguaggio visivo, che molto presto ha raggiunto gli angoli più remoti del pianeta.

Il nome "espressionismo astratto" deriva dauna combinazione dell'intensità emotiva caratteristica dell'espressionismo tedesco con le teorie "antiformi" delle scuole astratte europee (futurismo, cubismo sincretico).

Inoltre, è descritto come anarchico,molto speciale, anche con un certo senso di movimento nichilista. In pratica, il termine è applicabile a qualsiasi numero di artisti che lavorano a New York in stili completamente diversi, nessuno dei quali può essere in alcun modo descritto come astrattismo classico o espressionismo.

La pittura di questi artisti, che ha creato in maggioregrado di lavoro su larga scala, non collegato a convenzioni generalmente accettate, in ingegneria e tematicamente. È un riflesso del loro subconscio individuale, quindi hanno cercato di trovare fonti interne universali. Spontaneità e improvvisazione sono stati i fattori più importanti nel processo creativo. Sebbene le opere degli espressionisti astratti "resistano" a qualsiasi classificazione stilistica, possono essere combinate attorno a due preferenze principali: l'enfasi su un gesto dinamico ed energico; pensare, focalizzare l'attenzione sulle aree di colore aperte. In ogni caso, l'immagine, soprattutto, l'astrazione. Anche quando le immagini sono basate su realtà visive, gli espressionisti astratti preferiscono il modo "immersi nei loro pensieri".

Espressionismo astratto sviluppato nel contestofonti diverse e sovrapposte. Molti artisti hanno fatto i primi passi indietro nei primi anni '30. La Grande Depressione ha stimolato l'emergere di due movimenti artistici: regionalismo e realismo sociale. Ma nessuno di loro ha soddisfatto questi artisti nella loro ricerca di contenuti artistici con un forte significato, indicativo di responsabilità sociale, ma allo stesso tempo liberi da provincialismo e da evidenti connotazioni politiche. Questo è uno dei tanti paradossi del movimento, le cui radici si trovano nella pittura figurativa degli anni '30. Quasi tutti gli espressionisti astratti sono stati "coniati" sull'esperienza della Grande Depressione, la loro arte maturata sotto l'influenza del Regionalismo e del Realismo Sociale. Preparò anche il terreno per l'arte americana più avanzata, l'impatto e l'assimilazione del modernismo europeo. In quegli anni, a New York furono organizzate molte mostre di arte d'avanguardia europea, inoltre esistevano corsi per il modernismo. Il più influente insegnante di arte contemporanea negli Stati Uniti fu Hans Hoffmann, che si trasferì dalla Germania negli Stati Uniti per sempre nel 1932.

La crisi della prima guerra mondiale e le sue conseguenzesono la chiave per comprendere i problemi della creatività degli espressionisti astratti. Giovani artisti, preoccupati per il lato oscuro dell'umanità, che percepivano con ansia le azioni illogiche e la vulnerabilità delle persone, consideravano il loro dovere esprimere questi problemi nell'arte, ma nel suo nuovo contenuto.

Contatti diretti con l'Europagli artisti aumentarono durante la seconda guerra mondiale, il che portò molti, tra cui Salvador Dalì, Max Ernst, Andre Masson, Andre Breton, Pete Mondrian, Fernand Leger, a cercare rifugio negli Stati Uniti. I surrealisti, con la loro enfasi sull'identificazione del "subconscio", hanno aperto nuove opportunità. Un metodo surrealistico per la liberazione dal "conscio" è l'automatismo psichico, nel quale è stato dato libero sfogo al gesto automatico e all'improvvisazione.

All'inizio, espressionisti astratti in cercaI temi senza tempo e drammatici cercano ispirazione dai miti e dall'arte arcaica. Mark Rothko, Jackson Pollak, Robert Motherwell, Adolf Gottlieb, Barnett Newman, William Baziotis, per i loro mezzi espressivi, hanno cercato ispirazione in culture antiche o primitive. I primi lavori degli artisti mostrano elementi pittografici e biomorfi, trasformati in codici individuali. La psicologia junghiana si rivelò intrigante con la sua affermazione dell '"inconscio collettivo". L'espressione diretta era di fondamentale importanza e veniva raggiunta al meglio senza una preventiva deliberazione (pianificazione).

Nella fase dell'espressionismo astratto maturo, inNel 1947, Jackson Pollock creò una tecnica unica: gocciolante o schizzi (su una grande tela, posata direttamente sul pavimento, spruzzò vernice con i pennelli).

Anche Willem de Kooning ha sviluppato il proprio stile gestuale: "colpi di fortuna" frenetici e pastosi nella creazione delle cosiddette "astrazioni figurative".

Lee Krasner e Franz Kline sono stati ugualmente coinvolti nell'organizzazione di un gesto dinamico in cui ogni pezzo del dipinto è stato riempito (Lee Krasner ha definito lo stile "pittura geroglifica").

Per gli espressionisti astratti il ​​valore del lavorostare nella facilità di espressione. La pittura è stata la scoperta della vera identità dell'artista. E il gesto o "firma" dell'artista è la prova del processo stesso della creazione.

Un altro modo per l'era di astratto maturol'espressionismo stava nella ricerca di possibilità espressive di colore. Mark Rothko, Barnett Newman ha creato l'arte di grandi formati di piani di colore - "una semplice espressione di pensiero complesso", secondo Mark Rothko.

Interesse permanente per l'astrattol'espressionismo riflette il desiderio illimitato dei suoi praticanti di interagire con le correnti intellettuali chiave del loro tempo, tra cui l'esistenzialismo e la psicologia di Jung (vale la pena ricordare, che ha avuto un'influenza importante sull'espressionismo in architettura nella sua fase formativa). Anche se l'esistenzialismo non ha avuto un'influenza determinante sugli espressionisti astratti, ha contribuito alla retorica dell'ansia e dell'alienazione, permeando una discussione esaustiva della questione.

Per molti storici dell'arte e storici dell'arte, il successo degli espressionisti astratti sembra essere l'apogeo del movimento modernista, iniziato quasi un secolo prima.

L'espressionismo astratto continua ad occupareposto eccezionale non solo nei libri sulla storia dell'arte e nelle collezioni museali, ma anche nella coscienza pubblica. Una così lunga attrazione di esso, senza dubbio, è la prova di profondi successi.

  • valutazione: