RICERCA

"Il destino dell'uomo" è la storia di Sholokhov. "Il destino dell'uomo": analisi

Mikhail Alexandrovich Sholokhov - autore di famosistorie sui cosacchi, la guerra civile, grande patriottica. Nelle sue opere, l'autore racconta non solo gli eventi che si svolgono nel paese, ma anche le persone, descrivendole in modo molto appropriato. Tale è la famosa storia di Sholokhov "Il destino di un uomo". L'analisi del lavoro aiuterà il lettore a provare rispetto per il protagonista del libro, a conoscere la profondità della sua anima.

Un po 'dello scrittore

MA Sholokhov - scrittore sovietico, che visse negli anni 1905-1984. Ha assistito a molti eventi storici che hanno avuto luogo in quel momento nel paese.

Lo scrittore ha iniziato la sua attività creativa confeuilletons, poi l'autore crea opere più serie: "Silent Don", "Raised virgin". Tra le sue opere sulla guerra ci sono: "Hanno combattuto per la loro patria", "Luce e oscurità", "La lotta continua". Sullo stesso soggetto e la storia Sholokhov "Il destino dell'uomo". L'analisi delle prime linee aiuterà il lettore a trasferirsi mentalmente a quella situazione.

Incontra Andrei Sokolov, che ha avuto un vero prototipo

Analisi di Sholokhov "Fate of a Man"

Il lavoro inizia con una conoscenza diil narratore. Ha guidato il carro nel villaggio di Bukhanovskaya. Insieme con l'autista ha nuotato attraverso il fiume. Il narratore ha dovuto aspettare 2 ore affinché l'autista tornasse. Si trovava vicino al marchio automobilistico "Willys" e voleva fumare, ma le sigarette erano grezze.

Il narratore vide un uomo con un bambino e si avvicinòlui. E 'stato il protagonista della storia - Andrei Sokolov. Pensò che l'uomo che stava cercando di illuminarsi, come se fosse un autista, così si avvicinò per chiacchierare con un collega.

Questo inizia una breve storia di Sholokhov."Il destino dell'uomo." L'analisi della scena degli appuntamenti darà al lettore la sensazione che la storia sia basata su eventi reali. Mikhail Alexandrovich nella primavera del 1946 era a caccia e lì si mise in conversazione con un uomo che gli raccontò il suo destino. Dopo 10 anni, ricordando questo incontro, Sholokhov ha scritto una storia in una settimana. Ora è chiaro che la storia è per conto dell'autore.

Biografia di Sokolov

Dopo che Andrew ha curato l'arrivo in arrivosigarette, hanno parlato. Piuttosto, Sokolov cominciò a parlare di se stesso. Era nato nel 1900 nella provincia di Voronezh. Durante la guerra civile combatté nell'Armata Rossa.

M. A. Sholokhov "Il destino di un uomo"

Nel 1922 andò al Kuban, almeno in qualche modonutrire a questo tempo affamato. Ma tutta la sua famiglia morì - suo padre, sua sorella e sua madre morirono di fame. Quando Andrew tornò a casa da Kuban, vendette la casa e andò nella città di Voronezh. All'inizio ha lavorato qui come falegname e poi come meccanico.

Quanto segue racconta un evento significativo inla vita del suo eroe M. A. Sholokhov. "Il destino dell'uomo" continua con il fatto che il giovane sposa una brava ragazza. Rodney non lo era, e fu allevata in un orfanotrofio. Come dice lo stesso Andrej, Irina non era particolarmente bella, ma gli sembrava che fosse migliore di tutte le ragazze del mondo.

Matrimonio e figli

Il personaggio di Irina era meraviglioso. Quando il giovane si sposava, a volte il marito tornava a casa dal lavoro arrabbiato per la stanchezza, così si interruppe con sua moglie. Ma la ragazza intelligente non ha risposto alle parole offensive, ma era amichevole e affettuosa con suo marito. Irina cercò di dargli da mangiare meglio, bello da incontrare. Essendo rimasto in un ambiente così favorevole, Andrei comprese la sua ingiustizia, chiese perdono alla moglie per la sua incontinenza.

La donna era molto docile, non sgridava il maritoche a volte beveva troppo con gli amici. Ma presto si fermò anche a volte per abusare di alcol, dal momento che i giovani avevano figli. Prima nacque un figlio e un anno dopo nacquero due gemelle. Il marito cominciò a portare a casa tutto il suo stipendio, solo di tanto in tanto si concedeva una bottiglia di birra.

Andrei imparò a lavorare come autista, iniziò a guidare un camion, guadagnando bene: la vita della famiglia era confortevole.

guerra

Quindi ci sono voluti 10 anni. Sokolov ha creato una nuova casa, Irina ha comprato due capre. Tutto andava bene, ma la guerra è iniziata. Il fatto che lei porti un sacco di dolore alla famiglia, renderà di nuovo il protagonista principale. Ne parlò nel suo lavoro quasi documentario M. A. Sholokhov. "Il destino dell'uomo" continua con un momento triste - Andrei è stato chiamato al fronte. Sembrava che Irina sentisse che sarebbe successo un grosso problema. Vedendo la sua amata, pianse sul petto del marito e disse che non li avrebbero mai più rivisti.

Mikhail Sholokhov "Il destino dell'uomo"

Quindi Sokolov racconta come in una delle battaglie si offrì volontario per portare le sue munizioni ai suoi compagni, ma il proiettile nemico, che esplose vicino a lui, contorse il soldato. L'articolazione sul braccio è stata danneggiata dall'impatto.

In cattività

Dopo un po 'di tempo, 6 tedeschi si avvicinarono a lui.mitraglieri, catturati, ma non il suo. All'inizio i prigionieri furono portati a ovest, poi fu loro detto di fermarsi per la notte in una chiesa. Qui, Andrei è stato fortunato: il dottore aveva la mano destra. Camminava tra i soldati, chiedeva se c'erano feriti e li aiutava. Tali nobili erano tra i soldati e ufficiali sovietici. Ma c'erano altri. Sokolov udì un uomo di nome Kryznev che ne minacciava un altro, dicendo che lo avrebbe tradito ai tedeschi. Il traditore ha detto che avrebbe detto agli avversari al mattino che c'erano comunisti tra i prigionieri e hanno sparato ai membri del PCUS. Cosa ha ulteriormente detto a Mikhail Sholokhov? "Il destino di un uomo" aiuta a capire quanto sia stato indifferente, anche per la sfortuna di qualcun altro, Andrei Sokolov.

Il protagonista non poteva sopportare una tale ingiustizia, disse al comunista, che era un comandante di plotone, per tenere le gambe di Kryzhnev e strangolare il traditore.

Ma il mattino dopo, quando i tedeschi costruirono prigionieri ehanno chiesto se c'erano comandanti, comunisti, commissari tra loro, nessuno ha tradito nessuno, poiché non c'erano più traditori. Ma i nazisti hanno sparato a quattro, molto simili agli ebrei. Hanno spietatamente sterminato la gente di questa nazione in quei tempi difficili. Mikhail Sholokhov lo sapeva. "Il destino dell'uomo" continua le storie di due prigionieri di Sokolov. Durante questo periodo, il personaggio principale era in molte regioni della Germania, ha dovuto lavorare per i tedeschi. Ha lavorato nella miniera, nella fabbrica di silicati e in altri luoghi.

Sholokhov, "Il destino dell'uomo". Un estratto che mostra l'eroismo di un soldato

Sholokhov "The Fate of Man" estratto

Quando non lontano da Dresda, insieme ad altri prigionieri, Sokolov ha estratto pietre presso la sua preda, arrivando alla sua capanna, ha detto che l'uscita è pari a tre cubi, e solo uno è sufficiente per ciascuna tomba.

Queste parole furono trasmesse ai tedeschi e deciserospara al soldato. Fu convocato al comando, ma anche qui Sokolov si dimostrò un vero eroe. Ciò si vede chiaramente quando si legge di un momento di tensione nella storia di Sholokhov "Il destino di un uomo". L'analisi del prossimo episodio mostra l'impavidità di una persona russa semplice.

Quando il comandante del campo Müller lo disse di personasparò a Sokolov, non era spaventato. Muller offrì ad Andrei da bere per la vittoria dell'arma tedesca, l'uomo dell'Armata Rossa no, ma accettò la sua morte. Il prigioniero bevve un bicchiere di vodka per due sorsi, non mangiò, cosa che sorprese i tedeschi. Bevve il secondo bicchiere allo stesso modo, il terzo - lentamente e morse un po 'di pane.

Lo stupefatto Muller ha detto che ha dato una vita così coraggiosa al soldato e lo ha ricompensato con una pagnotta e un bacon. Andrew portò la sorpresa alla capanna in modo che il cibo fosse diviso in parti uguali. Sholokhov ha scritto su questo in dettaglio.

Sholokhov "Il destino dell'uomo" impresa

"Il destino dell'uomo": l'impresa del soldato e la perdita irreparabile

Dal 1944, Sokolov ha iniziato a lavorare come autista - ha guidato un maggiore tedesco. Quando l'opportunità si è presentata, Andrei si è precipitato alla sua auto e ha portato un maggiore con documenti importanti come trofeo.

Eroe inviato per guarire in ospedale. Da lì, scrisse una lettera a sua moglie, ma ricevette una risposta da una vicina che Irina e le sue figlie morirono nel 1942 - una bomba colpì la casa.

Uno ora ha solo scaldato il capo della famiglia -suo figlio Anatoly. Si è laureato con lode in una scuola di artiglieria e ha combattuto come capitano. Ma il destino fu contento di portare via il soldato e il figlio, Anatoly morì nel giorno della Vittoria - il 9 maggio 1945.

Sholokhov "The Fate of Man" eroismo

Nominato figlio

Dopo che la guerra finì, Andrei Sokolov andò aUrjupinsk - il suo compagno visse qui. Accidentalmente nella sala da tè incontrai il cupo ragazzo orfano affamato, Vanya, la cui madre morì. Pensando, dopo un po ', Sokolov disse al bambino che era suo padre. Parla molto commovente di questo nel suo lavoro Sholokhov ("Il destino di un uomo").

L'autore ha descritto l'eroismo di un semplice soldato raccontandosulle sue imprese militari, sulla mancanza di coraggio, sul coraggio con cui ha incontrato la notizia della morte dei nativi. Certamente farà crescere il suo figlio adottivo inflessibile come lui, così che Ivan possa sopportare e superare tutto sulla sua strada.

  • valutazione: