RICERCA

Regolamentazione statale del mercato dei valori mobiliari

Qualsiasi operazione con titoli dovrebbeobbedire a certe regole e rispettare gli standard stabiliti, altrimenti ci sarà il caos completo. Ecco perché è necessaria la regolamentazione statale del mercato, che non solo controllerebbe l'ordine, ma fisserebbe anche i diritti e gli obblighi dei partecipanti alla transazione.

Non dimenticare che gli scambi sono scambiati etitoli di stato, quindi è nell'interesse del governo garantire un lavoro stabile ed efficiente. La regolamentazione statale del mercato è volta a ridurre il rischio possibile a un livello minimo, identificando ed eliminando tutte le violazioni fraudolente, introducendo innovazioni e migliorando le attività degli intermediari professionali.

I mercati dei valori mobiliari devono funzionareindipendentemente, e un eccessivo controllo degli enti statali può portare a una diminuzione della redditività delle operazioni. C'è una linea sottile tra la direzione non invadente del mercato in una direzione positiva e un intervento grossolano con la ristrutturazione della struttura principale.

Quindi, la regolamentazione governativa del mercato dei titoli può essere effettuata nei seguenti modi:

  • L'introduzione di una legislazione che rivela i requisiti di base per il livello di qualifica dei partecipanti alle operazioni.
  • Istituzione degli standard principali a cui questo o quel titolo, che è venduto in borsa, devono rispettare.
  • Registrazione ufficiale di ciascun lotto di documenti emessi.
  • Controllo sulla presenza di ogni intermediario in borsa una licenza speciale che conferma l'acquisizione di capacità e conoscenze professionali e stabilendo il proprio livello di qualifica.
  • Organizzazione di un'unità speciale sulla tutela dei diritti degli acquirenti di documenti di valore.
  • Risoluzione di controverse questioni pureeliminazione di membri non autorizzati. L'istituzione di sanzioni specifiche per la violazione delle regole di base contenute nella legislazione vigente. Per gli intermediari, tale punizione può essere la revoca di una licenza e il pagamento di un'ammenda.

Tutti gli strumenti del mercato mobiliare devonosubire un controllo obbligatorio chiamato elenco. Questa procedura viene eseguita da specialisti al fine di identificare la conformità di uno specifico titolo con i requisiti di quotazione sullo scambio. Non tutti gli emittenti donano azioni o obbligazioni per l'esame, molti preferiscono metterli in vendita nel mercato di strada. Questo è anche possibile, ma dovrebbe essere inteso che il rischio di mancato ricevimento degli utili sarà molto più elevato, il che non è considerato vantaggioso per l'acquirente. E l'emittente dovrebbe ricordare che il valore dei titoli che hanno superato la procedura di quotazione è molto più alto, dal momento che la loro rischiosità è significativamente ridotta. Secondo la legge, la pubblicità di documenti preziosi prima della fine della quotazione è severamente vietata e una violazione può essere seguita da una multa.

Sono coinvolti anche membri professionisti dello scambioquestioni di possessori di sicurezza sotto forma di garanzie, tutela, garanzia. In alcuni casi, la proprietà è assicurata per ridurre la rischiosità del progetto.

Lo scambio è diverso dagli altri tipi di mercatoreazione sensibile ai minimi cambiamenti nelle condizioni di base degli strumenti di circolazione. Di conseguenza, la regolamentazione governativa del mercato dei titoli dovrebbe essere effettuata in modo speciale e non specifico per gli altri. Ad esempio, al fine di aumentare il livello di liquidità sullo scambio, viene applicato un metodo di autoregolamentazione, quando l'autorità di vigilanza è parzialmente subordinata allo stato e agli intermediari diretti.

Investire in titoli, in particolareda individui, gioca un ruolo importante per lo sviluppo dell'economia del paese, in quanto i risparmi, che in precedenza erano semplicemente mantenuti, ora cominciavano a funzionare e a generare profitti. Pertanto, il regolamento dovrebbe essere eseguito correttamente, in modo da non danneggiare le condizioni del mercato, ma anche per garantire la rigorosa applicazione delle norme.

  • valutazione: