RICERCA

Principi di base della gestione

I principi base della gestione sono regole generaligestione. Appartengono alla categoria universale, la cui osservanza dovrebbe portare il collettivo a un obiettivo comune: la prosperità dell'azienda, dell'impresa, dell'organizzazione o di altra struttura. Sono una guida per i manager che suggeriscono di scegliere la strategia più universale per raggiungere i loro obiettivi.

Principi di gestione strategica

Qui elenchiamo le regole di base che i dipendenti dell'organizzazione dovrebbero seguire per raggiungere i loro obiettivi.

  1. Direzione unica Ciò significa che un gruppo di dipendenti dovrebbe avere una visione chiara dell'obiettivo comune e degli interessi.
  2. Lo sviluppo dominante. La presentazione delle prospettive di crescita è un altro punto importante nella gestione strategica. Qui i dipendenti vedono il tasso di profitto e la tecnologia, e su questa base rappresentano le aree più importanti della gestione.
  3. Scientific. A questo punto, vengono applicati gli approcci situazionali e di sistema. Sulla base delle conoscenze scientifiche, vengono selezionati i modi più ottimali per eseguire i compiti assegnati.
  4. Subordinazione di interessi personali al generale. Qui viene vista la gerarchia degli interessi: le aspirazioni e gli interessi di un dipendente o di un gruppo non dovrebbero essere più significativi di quelli organizzativi.
  5. Economia. Qui, la soluzione dei problemi si verifica sulla base di una valutazione delle risorse disponibili e, a seconda di ciò, viene scelto un metodo per la loro soluzione.
  6. Divisione del lavoro Il manager deve mettere davanti all'organizzazione due tipi di compiti: a breve termine (ci vuole un po 'di tempo per attuarli) e strategico (che alla fine porta alla redditività). Un gruppo di persone lavora sulla prima categoria e l'altra sulla seconda.

Principi della gestione finanziaria

Questo ramo di gestione si basa su 4 principi:

  1. Previsto. È nella pianificazione delle risorse (materiali, lavoro e finanziarie) per bilanciarle.
  2. Orientamento del bersaglio Qui c'è un trasferimento di obiettivi dell'organizzazione: per esempio, in paesi con economie meno sviluppate il principale e quasi l'unico obiettivo è la redditività e la produttività, e nelle economie avanzate, oltre a questo, un obiettivo molto importante del rispetto di responsabilità sociale.
  3. Diversificazione. Ciò implica la multifunzionalità nella produzione e la fornitura di varie combinazioni di merci.
  4. Orientamento strategico Qui si intende che gli obiettivi principali dell'organizzazione non dovrebbero venire in contraddizione con il metodo per raggiungerli.

Principi di base della gestione: lavoro scientifico e creativo

La gestione di una struttura complessa implicaLa necessità dell'accettazione periodica di soluzioni non standard basate sull'intuizione. Indubbiamente, la maggior parte delle decisioni dovrebbe essere scientificamente giustificata, tuttavia, quando non possono essere realizzate, viene utilizzato un approccio creativo.

Principi di base della gestione: specializzazione e universalità

Si occupa anche del processo decisionalecompiti: da un lato, ogni problema deve essere accompagnato da un approccio individuale e, dall'altro, qualsiasi soluzione all'interno dell'organizzazione deve essere basata sui principi generali del suo funzionamento.

Principi di base della gestione: coerenza, continuità e competizione

  • Sequenza. Questo è un principio molto importante, la cui osservanza garantisce l'adempimento tempestivo dei compiti e impedisce la confusione nel lavoro.
  • Continuità. Qui viene mostrata l'interrelazione di alcuni progetti con altri. Ad esempio, l'adempimento di una serie di compiti ci consente di eseguire la serie successiva, e così, con l'aiuto di questo principio, la crescita continua ha luogo.
  • Concorso. Qui c'è una motivazione per i dipendenti a svolgere non solo più lavoro, ma anche una maggiore qualità. Dovrebbe essere incoraggiato attraverso mezzi materiali e morali.

  • valutazione: