RICERCA

Essenza e funzioni della finanza.

Il concetto di "finanza" è spesso identificato conin denaro. Ma questi non sono sinonimi. La finanza riflette qualsiasi relazione monetaria che si instaura tra due soggetti specifici, il che significa che il denaro è la base materiale per il funzionamento e l'esistenza della finanza. Inoltre, questi soggetti hanno diritti ineguali nell'ambito di queste relazioni, poiché uno di essi, cioè lo stato, ha poteri molto speciali.

Finanza ha deciso di allocare dal denaro complessivorelazione in generale. Quindi, quelle relazioni monetarie che avvengono tra i cittadini non possono essere attribuite alla finanza. Dopotutto, sono regolati dallo stato da metodi di diritto civile, il cui tratto caratteristico è la piena eguaglianza dei soggetti nell'ambito di queste relazioni.

La finanza è una parte importante delle relazioni monetarie. L'essenza e la funzione della finanza differiscono notevolmente dal denaro. Il denaro non è altro che uno strumento universale che misura l'input del lavoro. Ma la finanza è uno strumento economicamente necessario per la ridistribuzione e la distribuzione del reddito e del PIL nazionali. Sono uno strumento per controllare l'uso e la formazione del denaro in generale.

L'essenza e le funzioni dei concetti di finanza aziendaledipendenti l'uno dall'altro. Infatti, nelle funzioni e mostra l'essenza della finanza. Ci sono tre funzioni di finanza: la prima - la distribuzione, la seconda - il controllo, la terza - la regolamentazione.

La natura economica e le funzioni della finanza -concetti che giocano un ruolo importante nella distribuzione del reddito nazionale. Qui ci concentreremo sulla funzione di distribuzione della finanza. L'ammontare del reddito primario o di base è pari al reddito nazionale. Quando il reddito nazionale viene distribuito tra tutti i partecipanti, si formano specificamente la produzione materiale e le immobilizzazioni. Questi partecipanti possono essere suddivisi in due grandi gruppi: il primo è costituito dalle retribuzioni di impiegati, lavoratori, redditi di agricoltori o altre persone che si occupano specificamente della produzione materiale; il secondo è il reddito di istituzioni, organizzazioni, imprese di questa sfera. Ma i redditi primari non possono garantire l'adempimento completo dei compiti e delle funzioni dello stato, pertanto è necessario ridistribuire e distribuire il reddito nazionale. Di conseguenza, vengono generati redditi di produzione o secondari. L'essenza e le funzioni della finanza sono interconnesse e soggette allo stesso obiettivo. La funzione di distribuzione è necessaria per sviluppare le forze produttive, creare strutture di mercato per l'economia, assicurare un alto tenore di vita per diversi segmenti della popolazione e così via.

La natura e le funzioni della finanza devono essere capitecontrollare la distribuzione del PIL. Questo compito viene eseguito dalla funzione di controllo della finanza. Copre le aree di non produzione e di produzione. Tale controllo è finalizzato a un aumento significativo degli incentivi nell'economia, all'uso attento e razionale delle risorse lavorative, materiali e finanziarie. Il controllo finanziario è necessario per verificare se la legislazione su varie questioni finanziarie è rigorosamente osservata e in che modo sono pienamente rispettati gli obblighi nei confronti del servizio fiscale, del sistema di bilancio e delle banche.

L'essenza e la funzione della finanza sono impossibiliinviare senza funzione di regolamentazione. È associato a qualsiasi intervento statale attraverso la finanza (ad esempio, imposte, spesa pubblica o credito) nel processo di produzione.

L'essenza e le funzioni della finanza sono implementateesclusivamente attraverso il meccanismo finanziario, che fa parte del meccanismo economico. Un meccanismo finanziario include molte componenti: dall'ordine di utilizzo dei fondi di fondi, fino alla legislazione finanziaria.

  • valutazione: