RICERCA

Politiche creditizie, fiscali e finanziarie dell'impresa

La finanza è una categoria di base, storicamenteprevalente nello sviluppo delle relazioni materie prime-denaro. Quindi la politica finanziaria di un'impresa è un insieme di misure che vengono eseguite dall'amministrazione, dal proprietario, dal collettivo di lavoro al fine di trovare le finanze e utilizzarle per svolgere compiti e funzioni di base.
Quindi, scientificamente basatoconcetti di attività finanziarie, individua le principali aree di spesa dei fondi finanziari, concentrandosi sui periodi a breve, medio e lungo termine, prestando attenzione all'attuazione pratica della strategia sviluppata.
La politica finanziaria dell'impresa è sviluppatabasato su uno studio della domanda di prodotti, sulla valutazione di materiali, risorse finanziarie, intellettuali, lavorative, informative dell'organizzazione e una previsione preliminare dei risultati dell'attività economica.
Gli obiettivi dell'impresa, la sua posizione sumercato, ha sviluppato il concetto di attività finanziarie hanno un impatto sulla direzione della spesa dei fondi dell'impresa. La politica finanziaria di un'impresa è subordinata all'obiettivo principale: utilizzare e aumentare il proprio potenziale finanziario in modo più efficace e completo.
La politica finanziaria consiste nell'uso mirato dei fondi per raggiungere obiettivi tattici e strategici, che sono definiti dalla carta della compagnia.
La politica finanziaria include i seguenti collegamenti:
1) sviluppo del concetto di gestione della liquidità dell'impresa, che fornirà la combinazione ottimale di protezione contro i rischi commerciali e alta redditività;
2) determinazione delle principali direzioni di spesa dei fondi finanziari per un periodo specifico: un decennio, un mese, ecc., Nonché per il prossimo futuro;
3) l'attuazione di azioni pratiche volte a raggiungere obiettivi specifici.

La politica finanziaria sulla durata della natura e sul periodo delle attività è classificata in:

  • Tattiche finanziarie
  • Strategia finanziaria

La politica finanziaria dell'impresa da vicinointerconnessi con la politica finanziaria dello stato, quindi, considerato un complesso. L'ambiente macroeconomico e esterno influisce sull'attività dell'impresa più che sull'ambiente microeconomico interno. Pertanto, la politica finanziaria di una determinata impresa dipende da quali priorità sono delineate nella politica finanziaria dello stato, dalla sua realtà e validità.

Permette la politica del credito dell'aziendaridurre i crediti e, successivamente, gestirli correttamente. La politica creditizia di un'impresa è un codice specifico di regole che determina la procedura per la riscossione dei crediti e la ricezione di un prestito commerciale. Nella maggior parte dei casi, è sviluppato e adottato per l'anno solare e successivamente rivisto in base all'efficacia e adattato agli obiettivi e alle finalità dell'impresa nelle attuali condizioni di mercato.

La politica di credito competente consiste in tre grandi blocchi di lavoro che vengono eseguiti continuamente:

- fornitura di un prestito commerciale (per quanto tempo, a chi, in quale misura, ecc.);
- revisione regolare dei crediti;
- adottare misure tempestive e adeguate per riscuotere i debiti scaduti.

La politica fiscale dell'impresa èun sistema di metodi, tecniche, metodi che consentono di tenere registri fiscali, nonché di formulare, ottimizzare, calcolare e analizzare gli indicatori fiscali. Gli indicatori fiscali sono l'importo dei pagamenti delle tasse, tra cui:

  • la quota di tasse e tasse nelle passività e attività della società;
  • rapporto tra le somme di imposte diverse;
  • solvibilità fiscale dell'impresa, ecc.
  • </ ul </ p>
  • valutazione: