RICERCA

Funzioni di gestione sociale e identificazione dei loro metodi nei testi pubblicitari

In genere, l'uso di tali categoriela psicologia, come "persuasione", "manipolazione della coscienza umana", "suggestione" nei prodotti pubblicitari realizza, e molto efficacemente, le funzioni della gestione sociale. Allo stesso tempo, cercano di estrarre da loro qualsiasi componente di valutazione per renderli il più neutri possibili per la percezione. Ma se facciamo un'analisi dettagliata di questi tre concetti, è del tutto appropriato assumere che essi si manifestano non solo come una gestione locale dello sviluppo sociale dell'impresa, a prescindere da cosa, ma anche come metodi universali di gestione sociale della società nel suo complesso.

La persuasione come metodo di influenza psicologicasulla mente si basa una tale funzione di gestione sociale, in quanto fornisce al consumatore informazioni "da zero", vale a dire. in questa versione del testo pubblicitario, in cui il significato della dichiarazione non cambia quando viene ricevuto. Ciò esclude qualsiasi opportunità di influenzare la decisione, tranne che per fornire informazioni sul prodotto o sul servizio stesso, pubblicizzati nel testo (le loro proprietà del consumatore).

Il suggerimento è un metodo di introduzione latente (nascosta) nella coscienza di una persona di un pensiero estraneo, l'idea e l'oggetto in questo processo, praticamente non partecipa.

La manipolazione della coscienza è significativamente distinta dametodi precedentemente considerati. Questo è un metodo che implementa le funzioni di gestione sociale, che consiste nell'eccitazione latente e nell'induzione di un oggetto di un determinato comportamento che non coincide con i suoi veri atteggiamenti e valori. La manipolazione è interamente basata sul metodo di programmazione laterale della psiche (la somiglianza della PNL), che colpisce una persona in aggiunta alla sua coscienza e volontà.

È possibile implementare la funzione di gestione sociale nella pubblicità sintetizzando elementi di testi artistici e tecnici.

Questa sintesi nel testo pubblicitario, proprio comee la presenza di un elemento e di quelli indicati è il criterio che consente di determinare l'equilibrio tra razionale ed emotivo (dal momento che il testo nella pubblicità è il principale e, in effetti, l'unico vettore di contenuto razionale rispetto al video, al suono, ecc.). Nella pubblicità con obiettivi razionali, le idee deboli saranno i colori del pacchetto e la forma dei beni, nella pubblicità, mirati alle emozioni, sono queste idee che possono essere pienamente giustificate, efficaci.

D'altra parte, questa opzione consente di essere precisiidentificare il tipo di impatto psicologico applicato. Quindi, per esempio, se c'è solo un testo tecnico nella pubblicità, allora tale influenza è una condanna con il compito di fornire al consumatore la quantità di informazioni sufficienti per prendere una decisione indipendente sulla proposta. Se si usa solo il testo artistico, è manipolazione per attivare il destinatario ad alcune azioni che non corrispondono ai suoi atteggiamenti e bisogni.

Va notato che se il testo artisticoti permette di riferire messaggi pubblicitari a opere d'arte, quindi tra le immagini artistiche e pubblicitarie ci sono differenze significative. Si noti che l'immagine pubblicitaria nel senso in cui si può parlare della sua qualità artistica, ha luogo solo nei testi di messaggi costruiti sui metodi di suggerimento e manipolazione. I messaggi pubblicitari che utilizzano la credenza come fattore di influenza psicologica sul destinatario, per definizione, sono privi di qualsiasi tipo di immagine. L'identificazione dei testi pubblicitari agisce come una sorta di "scudo" del consumatore, che aiuta a proteggerlo non solo come acquirente di alcuni prodotti, ma anche a proteggerlo dall'essere trasformato in un oggetto di zombificazione sociale, che sopprime tutte le capacità di prendere decisioni indipendenti.

  • valutazione: